Whatsapp, rischio ban: seguite queste regole per non essere bloccati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:21

Ecco le regole da seguire per evitare il ban di Whatsapp. Ora più che mai se non si seguono queste norme, la app di messaggistica bloccherà gli utenti 

Whatsapp
Foto da Instagram: @kigalitechservices

Whatsapp è l’applicazione di messaggistica istantanea più utilizzata e più amata dagli utenti. Le sue funzionalità e la sua semplicità d’uso lo rendono parte fondamentale per la nostra esistenza, sia per lavoro che per questioni private.

Come tutte le persone e le società, anche Whatsapp ha affrontato una delle fasi più difficili dalla sua esistenza, ovvero quella della crisi sanitaria da Coronavirus. La prova è stata affrontata con ottimi risultati e la piattaforma di messaggistica, durante i lunghi mesi della quarantena è stata interessata da un incremento vertiginoso delle comunicazioni quotidiane.

Tale significativo aumento di traffico nella piattaforma ha ovviamente attirato l’attenzione di hacker, intenzionati surrettiziamente a trarre profitto da questa situazione. I brillanti sviluppatori di Whatsapp si sono trovati così di fronte ad una situazione incresciosa da risolvere.

Whatsapp, le nuove regole da seguire: si rischia il ban

Whatsapp
Foto da Instagram: @thedigitalbuyer_

Con l’aumento del traffico nelle settimane del lockdown e il conseguente tentativo di vari malintenzionati di trarre profitto dalla situazione, sin dall’esordio dell’epidemia, il team di Whatsapp è stato intransigente con tutti i trasgressori.

Esattamente da febbraio, ogni giorno migliaia di utenti sono bloccati dalla piattaforma.

Come sappiamo, in questo periodo sono circolate numerose fake news riguardanti il Covid-19. A tal proposito, Whatsapp bloccherà tutti coloro che condividono volontariamente notizie false circa la malattia.

Vale lo stesso discorso anche per i messaggi spam. Grazie ad un nuovo aggiornamento l’app di messaggistica distrugge tutti gli spam.

Saranno puniti dagli sviluppatori anche coloro che inviano file infetti in chat. Infatti, si è potuto notare come, nelle fasi di emergenza sanitaria, sia sensibilmente aumentato anche il numero di malware e spyware condivisi. Anche qui, fondamentale l’azione di monitoraggio del team Whatsapp che sin da subito ha bannato tutti i trasgressori.

LEGGI ANCHE >>> Whatsapp, attenti al codice di verifica, la truffa è dietro l’angolo

LEGGI ANCHE >>> Whatsapp, il trucco infallibile per chattare con chi ci ha bloccato