“Il virus è un trucco, vogliono schedarci tutti” Protesta a Roma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:32

Esponenti dell’estrema destra romana hanno protestato ieri nella Capitale contro il governo, reo, secondo loro, di avere creato un trucco con il coronavirus.

 

“Al governo vogliamo dire che il virus è un cavallo di Troia, non esiste e per questo molti oggi non indossano la mascherina”. La mascherina non ce l’avevano i poliziotti, e nemmeno i manifestanti che hanno inscenato una protesta in piazza Venezia.

L’intento dei manifestanti era quello di arrivare fino a Palazzo Chigi e poi a Montecitorio, ma la polizia, in tenuta anti sommossa, ha vietato loro di avvicinarsi alle sedi del governo e del Parlamento, non senza fatica e con qualche tafferuglio.

La polizia scientifica ha filmato le fasi della protesta e dei tentativi di sfondamento durante i quali non è mai stata rispettata la distanza di sicurezza fra le persone, quasi tutte con le magliette nere e lo stemma con corona dorata e la scritta «Marcia su Roma».

Un piccolo gruppo ha tentato di spostare a braccia un blindato della polizia, ma poi ha dovuto rinunciare.

Potrebbe interessarti Protesta senza partiti contro Gallera e Fontana, ma il Pd c’era

La manifestazione è stata promossa dal gruppo Facebook “Marcia su Roma”, “creato per far valere la volontà del popolo”; “ottenere una Sovranità Monetaria stampando di nuovo la Lira”; “Uscire dall’Unione Europea”.

Viene specificato nel regolamento su Facebook, che il gruppo “non segue alcun partito politico e non fa parte di alcun movimento politico esistente”. Anche se in piazza, c’erano  molti militanti di estrema destra, anche appartenenti a Casapound.

“Il coronavirus è un trucco”

Sono stati identificati almeno 70 manifestanti che hanno tentato di raggiungere Montecitorio. Sono stati denunciati per manifestazione senza preavviso e alcuni di loro, provenienti da fuori regione, anche per violazione del dpcm.

“Al governo vogliamo dire che il virus è un cavallo di Troia, non esiste e per questo molti oggi non indossano la mascherina. Ci stanno facendo fallire, Non so quale sia il loro disegno politico, vogliono rifare le regole sociali.? – dicono i manifestanti.

Potrebbe interessarti Sondaggi, Conte e Salvini: gli italiani non vi amano più

Rimaniamo qui a oltranza. Occupiamo piazza Venezia e montiamo delle tende. Occupiamo questa piazza per il futuro dei nostri figli e per tutto quello che ci hanno levato in questi mesi il Governo ci ha tradito”.

Vogliono confinarci e schedarci tutti”, hanno spiegato. Nel frattempo, proprio sotto Montecitorio, era in corso la manifestazione di CasaPound con le mascherine tricolori, anche questa contro il governo.

Casapound accusa il governo per «le restrizioni alla libertà giustificate con l’emergenza sanitaria e le insufficienti misure per far fronte a una crisi economica e sociali senza precedenti. La parola torni al popolo».

Alcuni dei partecipanti nelle settimane scorse hanno già preso parte ad altre iniziative di protesta in centro, con cortei improvvisati filmati dagli elicotteri delle forze dell’ordine.