Congedo parentale Inps 2020 al 50% per 30 giorni: come funziona

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:37

Ecco come funziona e quali novità prevede il Congedo parentale previsto dal Decreto Rilancio pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Congedo parentale
Fonte Pixabay

La previsione non è stata disattesa. Al pari di altri strumenti di sostegno, anche il Congedo parentale è stato prorogato nel nuovo Decreto Rilancio. Sarà possibile farne utilizzo fino a settembre 2020. Ma come funziona? Quali sono le novità apportate rispetto al Decreto Cura Italia? Andiamo ad analizzare i vari punti della questione in maniera più dettagliata, cercando di capire come si può trarre beneficio dal provvedimento recentemente approvato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Bonus bici 2020: come funziona, a chi spetta e come richiederlo

Congedo parentale Inps 2020: cos’è e come funziona

Congedo parentale
Fonte Pixabay

Partendo dal principio, si tratta di un ammortizzatore sociale per le famiglie con figli a carico, che a causa della chiusura delle scuole dovuta all’emergenza sanitaria mondiale, si sono trovati nella condizione di dover badare ai propri piccoli.

In base a quanto stabilito nel nuovo Decreto sono sostanzialmente tre le modalità attraverso cui si può usufruire del Congedo parentale:

  • 12 giorni di permessi retribuiti utilizzabili nel mese di maggio;
  • congedo parentale coronavirus al 50% della retribuzione per un massimo di 30 giorni a favore di chi ha figli al di sotto dei 12 anni. In questo caso il lasso di tempo per poterne beneficiare è stato esteso fino a settembre;
  • detraibilità delle spese per i centri estivi riguardanti gli under 16 solo per l’anno 2020 (fino a 300 euro per i redditi non superiori ai 36000 euro).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Bonus baby sitter 1200 euro, cos’è, come ottenerlo e come fare richiesta

Congedo parentale Inps 2020: a chi spetta

Altro punto saliente della questione, è comprendere la potenziale platea di fruitori. Non esiste differenza per quanto concerne i genitori, può essere infatti richiesto indistintamente dalla madre o dal padre, a patto che abbiano determinati requisiti. Ecco quali sono:

  • essere lavoratori dipendenti privati;
  • lavoratori autonomi iscritti all’Inps;
  • collaboratori;
  • dipendenti pubblici, ma in questo caso l’erogazione e le modalità di fruizione dell’indennità sono a cura dell’Amministrazione pubblica con la quale il soggetto richiedente ha il rapporto di lavoro.

Congedo parentale Inps 2020: come fare domanda

Rimane quindi da capire cosa bisogna fare tecnicamente per inoltrare la domanda. Tutte le modalità del caso sono state stabilite dall’Inps con una specifica circolare. La richiesta può essere inoltrata anche direttamente all’azienda che non può rifiutarla.

Ad ogni modo i canali classici per richiedere il Congedo parentale straordinario dovuto al Covid 19 sono i seguenti:

  • online direttamente sul sito dell’Inps con Pin dispositivo, Spid, CNS, o CIE. Il procedimento è semplice, prima bisogna cliccare sulla sezione “Prestazioni e servizi”, poi “Tutti i servizi” selezionando in seguito la lettera M ed infine “Maternità e congedo parentale lavoratori dipendenti, autonomi, gestione separata. L’alternativa è seguire il medesimo procedimento, ma scegliere la lettera D dove è presente la categoria “Domande per prestazioni a sostegno del reddito” e “Disabilità: congedi straordinari”;
  • chiamare il contact Center al numero verde Inps 803164 (da rete fissa è gratuito) o allo 06164164 (a pagamento da rete mobile in base alle tariffe previste dal proprio gestore),
  • Patronati, tramite i loro servizi gratuiti previsti per le pratiche di questo tipo.