La nuova truffa su Whatsapp: attenzione a questo regalo

In queste settimane whatsapp, l’app di messaggistica istantanea più usata al mondo, ha visto un aumento dei tentativi di truffa. Vediamo l’ultima trovata

truffe whatsapp
Truffe whatsapp (foto Pixabay)

A causa del Coronavirus il tempo trascorso ad utilizzare WhatsApp è cresciuto vertiginosamente e con esso sono aumentate anche le truffe.

I cyber-criminali infatti approfittano di questo lungo periodo di quarantena in casa per inventare una truffa dopo l’altra. Negli ultimi giorni, ad esempio, sta circolando quella del cofanetto Lancome in regalo.

L’utilizzo di un nome così importante come quello dell’azienda di cosmetica tra le più note in Francia, è stato scelto per far cascare nel tranello il maggior numero di persone ed ha aiutato gli hacker a rendere il messaggio virale in poco tempo.

Per avere un’idea di quanto questa truffa sui prodotti Lancome si sia diffusa in Italia basta vedere i messaggi che gli utenti stanno lasciando sulla pagina Facebook del marchio francese.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – TRUFFE ONLINE: UTENTI NETFLIX, WHATSAPP E APPLE ATTENZIONE A QUESTE TRAPPOLE

Come funziona la truffa e quali sono i rischi

whatsapp
Come capire la truffa su whatsapp (foto Pixabay)

Lo schema della truffa WhatsApp è quello di un messaggio in cui si parla di un bellissimo cofanetto Lancome e in cui si viene invitati a cliccare su un link per richiedere l’omaggio.

Nel momento in cui si pigia sul link, scatta la truffa. L’utente, infatti, viene indirizzato su un portale che ha la stessa grafica del sito Lancome. A quel punto vengono fatte delle domande personali (nome, cognome, indirizzo, data di nascita) ritenute importanti per poter ricevere i cosmetici a casa. Ma non è finita qui. Nel questionario vengono chiesti anche i dati di una carta di credito o debito così da poter pagare le spese di spedizione.

Una volta terminato il questionario però non solo non si riceverà alcun cofanetto regalo, ma gli hacker hanno a disposizione tutti i dati necessari per rubare la vostra identità e fare acquisti con la vostra carta. Insomma, oltre al danno del furto di dati anche la beffa di ritrovarsi con il conto corrente svuotato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – WHATSAPP – QUARANTENA, CAMBIA TUTTO: NOVITÀ IMPORTANTE PER GLI UTENTI

Per difendersi da questo genere di tentativi di truffa bisogna imparare a riconoscere il messaggio che solitamente è accompagnato da errori grammaticali o poco corretti da un punto di vista lessicale. Inoltre, la URL del sito nel quale si compilerà il questionario non è mai quella del marchio o della catena di supermercati citati nel messaggio.

Questi dettagli, apparentemente poco significativi, dovrebbero far scattare un campanello d’allarme e portarvi il più lontano possibile dal sito.