Il Wi-fi è lento? Niente paura, ecco i trucchi per migliorarlo

Coronavirus: in tanti restano a casa ed il Wi-fi inizia a rallentare. Tra social, Netflix e videocall è normale. Ecco, come ovviare alla situazione

Il Wi-fi è lento? Niente paura, ecco i trucchi per migliorarlo
Fonte foto: (Getty Images)

La velocità del nostro Wi-fi potrebbe risentirne, se a connettersi, ci fossero tanti dispositivi diversi. Caricare video, o i minuti di un film, ma anche le attività dei vari social, possono ridurre la velocità della nostra connessione.

Visto che tutti o quasi, sono obbligati a restare a casa, soprattutto dopo l’ultimo emendamento firmato da Conte, è logico che proprio le nostre amate connessioni, possano subire dei rallentamenti.

Netflix, Prime Video e i tanti social però, non sono l’unica ragione dei picchi delle connessioni. Anche lo smart working e le lezioni di scuole ed università da tenere online, comportano l’evidente sovraccarico. Gli orari con i maggiori picchi vanno dalle 12 alle 22, qualche rallentamento prima di mezzogiorno, mentre i più “liberi”, sono quelli dalle 4 alle 7 del mattino. Intanto i diretti interessati, starebbero studiando una app che evidenzierebbe gli spostamenti dei singoli individui, per il Coronavirus.

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS, MORTA LUCIA BOSÈ: L’ANNUNCIO DEL FIGLIO MIGUEL

Wi-fi lento causa sovraffollamento ? Attento a questi trucchi

Il Wi-fi è lento? Niente paura, ecco i trucchi per migliorarlo
Fonte foto: (Getty Images)

Ed allora ci sono cose che possiamo fare nel concreto, per cercare di migliorare anche di un minimo la nostra connessione in casa ? Certo, ci sono almeno tre mosse che se non avete ancora eseguito, fareste bene a tenere in considerazione e nel caso, affrettarvi a compiere.

Innanzitutto il Wi-fi in effetti non è solo una cosa astratta, perché prende forma in un certo modo, dal router: bisogna trovargli quindi, la posizione migliore per consentirgli di raggiungere tutti gli spazi della nostra abitazione. Esiste una App per Android, chiamata Analizzatore WiFi, attraverso la quale potreste scoprire se e quali linee di altre case vicine, si sovrappongono alle vostre, causando problemi.

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS, LA QUARANTENA PUÒ GENERARE ANSIA E DEPRESSIONE

Inoltre, è bene imporre update automatici per le app Android/iOS ed i software Windows. Visto quindi, che una buona parte della connessione, va via per aggiornamenti che avvengono automaticamente, è meglio programmarli, magari nelle fasce orarie che prima abbiamo specificato essere tra le più “libere”. Per quanto riguarda Google Play ed App Store di Apple, la procedura va fatta manualmente, bloccando temporaneamente lo scaricamento per poi procedere manualmente agli orari sopra indicati.

Tra le piattaforme più usate per videoconferenze e videochat private infine, ci sono per ora, Skype e Zoom, che naturalmente soffrono di questo affollamento massiccio, in queste settimane, peggiorando talvolta la qualità di audio o video. In tal caso, potremmo semplicemente ricorrere ad altre app che ci consentirebbero lo stesso modello di chat. I più consigliati, sembrano essere Roundee e Slack.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base