Coronavirus, mascherina si, mascherina no? I casi in cui bisogna usarla

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:25

La preoccupazione derivante dalla pandemia di Coronavirus, ha fatto scattare l’allarme circa l’utilizzo delle mascherina. In quali casi è necessaria? 

Coronavirus: il riconoscimento facciale con mascherina arriva in Cina
Mascherina Fonte foto: (curiosauro.it)

La diffusione del coronavirus è ormai nella fase più critica e ciò ha comportato dei cambiamenti sulle abitudini delle persone, che si sentono più sicure ad indossare mascherine e guanti quando devono spostarsi. Entrambe sono misure cautelative giuste per evitare il contagio del Covid-19, ma è bene saper distinguere i casi in cui indossare la mascherina può essere fondamentale da quelli in cui si può anche fare a meno.

A prescindere da ciò, alcune regioni stanno cercando di promulgare delle direttive che impongano l’uso obbligatorio degli strumenti basilari di prevenzione. In Cina ad esempio nel momento più critico, tutti i cittadini indistintamente hanno dovuto circolare muniti di mascherine e guanti monouso, pena l’arresto.

LEGGI ANCHE -> CORONAVIRUS, ALLE 18:00 FLASH MOB: SI CANTA L’INNO D’ITALIA DALLA FINESTRA 

LEGGI ANCHE -> CORONAVIRUS, A NAPOLI LA GENTE CANTA “ABBRACCIAME” DAI BALCONI. VIDEO 

Coronavirus, i casi in cui bisogna utilizzare la mascherina

Coronavirus, 43enne deceduta resta in casa con fratello: "State attenti"
Donna con mascherina, Fonte foto: Pixabay

In linea di massima quindi sono “obbligati” a mettere la maschera di protezione facciale coloro i quali hanno a che fare con il pubblico. Per questo, personale medico, forze dell’ordine e tutti coloro che lavorano in supermercati e in attività che dispensano cibo, devono essere attrezzati in tal senso. I datori di lavoro devono garantire per tutti i componenti dello staff i dispositivi di protezione individuale, ovvero mascherine con norma tecnica UNI EN 149.2001, oppure, protezione FF2 o FF3 e guanti.

Per le restanti categorie non è quindi necessario disporre del sopracitato arnese, eccetto che in alcuni particolari casi. Se si sospetta di aver contratto il virus o si palesano sintomi riconducibili ad esso è bene procurarsene una. Anche nel caso si abbiano familiari potenzialmente affetti si deve ricorrere alle mascherine. Al di fuori di queste casistiche non è quindi indispensabile. Ma trattandosi di un virus inizialmente asintomatico, come si può capire se siamo o meno affetti? Dunque essere scrupolosi è di certo un ottimo viatico e ad ogni modo la prima regola da seguire è quella di rimanere a debita distanza dalle persone.