Mattino Cinque: contagiati negli Stati Uniti, Trump mette il veto

Mattino Cinque è iniziato da poco con una nuova puntata che come sempre vede al timone Federica Panicucci e Francesco Vecchi.

Mattino Cinque
post pagina facebook mattino cinque

Si apre una nuova puntata del contenitore della mattina di Canale Cinque che come giusto che sia apre con gli aggiornamenti sull’emergenza del Coronavirus, dopo le parole del Presidente del Consiglio Conte di ieri sera che ha ancora di più reso le norme restrittive.

Quello di cui però si parla sono anche i nuovi casi di contagio e non parliamo dell’Italia questa volta, ma degli Stati Uniti. E’ notizia di poche ore fa quella che tra i positivi di siano anche Tom Hanks e la moglie Rita.

Leggi anche: GIOCATORE JUVENTUS POSITIVO AL CORONAVIRUS

Mattino Cinque, Tom Hanks positivo al Coronavirus

screenshoot notte degli Oscar

Mattino Cinque apre la sua puntata condotta come sempre da Federica Panicucci e Francesco Vecchi parlando degli aggiornamenti sul Coronavirus. Tra i contagiati ci sono anche l’attore premio Oscar Tom Hanks e la moglie Rita, a renderlo noto è stato proprio lui tramite social.

“Rita ed io siamo in Australia. Ci siamo sentiti stanchi, raffreddati, con dolori al corpo. Rita aveva dei brividi che andavano e venivano. Anche febbre lieve. Ci siamo sottoposti al test del coronavirus ed è risultato positivo”, sono queste le parole scritte dall’attore su Twitter.

Ma non è ancora tutto, proprio nel corso della puntata adesso in onda si rende noto cheil Presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump ha messo il veto sui voli dall’Europa per i prossimi trenta giorni.

Leggi anche: PRESIDENTE CONTE PARLA AGLI ITALIANI

Il discorso dalla Casa Bianca

E’ arrivato proprio nelle scorse ore il discorso del Presidente degli Stati Uniti d’America, che se in un primo momento aveva sminuito il problema, adesso ne parla come una “orribile infezione”, ammettendo: “questo è il più aggressivo e completo sforzo per fronteggiare un virus straniero nella storia moderna, l’Unione Europea ha fallito nel prendere le stesse precauzioni e restrizioni dei viaggi dalla Cina e da altri punti caldi. Come risultato, un ampio numero di nuovi centri di contagio negli Stati Uniti sono stati seminati dai viaggiatori dall’Europa” e conclude infine: “per impedire a nuovi casi di arrivare sulle nostre coste, sospenderemo tutti i viaggi dall’Europa agli Usa per i prossimi 30 giorni”.