Coronavirus, membro McLaren positivo: il team si ritira dal Gp d’Australia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:35

Ancora un caso nello sport. Un componente dello staff della McLaren, scuderia di F1, è risultato positivo al Covid-19. La scuderia non sarà al GP Australia

Coronavirus, membro McLaren positivo: il team si ritira dal Gp d'Australia
La McLaren in F1 (Fonte foto: sposrtbuzzbusiness.fr)

Lo sport continua a vivere in maniera negativa l’emergenza Coronavirus, che a quanto pare non interessa più soltanto l’Italia, per quanto riguarda il continente europeo. Interessati anche il Real Madrid, il difensore della Juventus, Rugani, persino Cristiano Ronaldo non ha avuto modo di tornare in Italia.

La F1 a quanto pare, non ha per adesso, intenzione di fermarsi, ma al GP di Australia, la McLaren non ci sarà. Il provvedimento è stato preso dopo aver scoperto che un membro dello staff ha contratto il virus.

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS: NICOLA SAVINO IN QUARANTENA. LE CONDIZIONI DI SALUTE

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS, POSITIVI L’ATTORE TOM HANKS E LA MOGLIE

Ancora un caso di Covid-19 nello sport: è un membro della F1

Coronavirus, membro McLaren positivo: il team si ritira dal Gp d'Australia
Fonte foto: (f1sport.it)

Per ora la UEFA non rende nota la decisione sulle gare europee di Champions League ed Europa League, mentre, pare proprio che il circus della Formula1 non abbia alcuna intenzione di non correre.

Al prossimo Gran Premio però, la McLaren non ci sarà, visto che un membro dello staff che negli scorsi giorni era già partito per Melbourne, è ufficialmente affetto da Coronavirus. Dopo aver accusato i primi sintomi, l’uomo si è messo in autoisolamento dalla giornata di ieri, scegliendo di attuare il tampone. Oggi, la comunicazione ufficiale.

Così, Zak Brown, amministratore delegato della McLaren Racing che ha annunciato la decisione insieme ad Andreas Seidl, Team principal: “Il team sta collaborando con le autorità locali per aiutare le indagini e le analisi del caso”. 

Così, il campione Lewis Hamilton, ha commentato la notizia: “Tutto il mondo si ferma, noi no. Comanda il denaro”. Non è detto che dopo il prossimo GP, la Formula1 possa comunque scegliere o vedersi costretta a fermarsi. Intanto, gli organizzatori del GP di Melbourne, fanno sapere: “Formula1 e Fia si stanno coordinando con tutte le autorità per decidere i prossimi step. La nostra priorità è la sicurezza dei tifosi, dei team e di tutto il personale di gara”.