La sensitiva che predisse l’assassinio di JFK: “Il mondo finirà nel 2020”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:07

Jeane Dixon, la donna che aveva previsto l’assassinio di Kennedy pensa che il mondo finirà nel 2020

Fine del mondo
Sfera di cristallo (fonte foto: Pixabay)

E se il mondo finisse proprio nel 2020? È quello che pensa Jeane Dixon (1904-1997), la sensitiva che ha svolto servizi di consulenza per i presidenti USA e che aveva previsto correttamente l’assassinio di John Fitzgerlad Kennedy. La Dixon è stata una delle più celebri sensitive ed astrologhe negli Stati Uniti.

Jeane iniziò la sua carriera scrivendo oroscopi. Successivamente si dedicò alla lettura del futuro nella sfera di cristallo. Cominciò anche a scrivere libri, 7 dei quali divennero best seller. Stando a sue dichiarazioni, la Dixon fu contattata in primis dal presidente Franklin Delano Roosvelt, che la convocò nello Studio Ovale, chiedendo consigli su questioni militari. La donna predisse che la guerra sarebbe cessata prima della metà del 1945. Ecco che divenne nota quando riuscì a presagire, con un anticipo di 7 anni, la morte del presidente Kennedy, avvenuta nel 1963 a Dallas.

Arrivando ai giorni nostri, in un suo libro del 1971 intitolato “The Call to Glory”, Jeane Dixon ha previsto la fine del mondo nel 2020. In questo anno, infatti, dovrebbe avere scena una guerra totale, annuncio della seconda venuta di Cristo e dell’inizio dell’Armageddon. La Dixon era una cristiana fedele e sosteneva che le sue profezie provenissero interamente da Dio.

LEGGI ANCHE –> Oroscopo 2020 dell’Ariete: le previsioni di Paolo Fox: cosa aspettarsi

LEGGI ANCHE –> Oroscopo 2020 del Toro: le previsioni di Paolo Fox: cosa aspettarsi

Altre predizioni sorprendenti della veggente, anche se ha commesso qualche errore

jfk
Il presidente Kennedy (Photo by National Archive/Newsmakers)

Non solo il corretto preannuncio della morte di Kennedy, ma Jeane Dixon aveva anche previsto l’attentato terroristico che funestò le Olimpiadi di Monaco del 1972. Aveva anche pronosticato l‘ascesa al successo della presentatrice americana Oprah Winfrey. Nel 1989 il presagio di un disastro navale anticipò la sciagura della Exxon Valdez, la nave che si incagliò in una scogliera dello stretto di Prince William, disperdendo in mare 40,9 milioni di litri di petrolio.

La Dixon ha anche dei detrattori che pensano che sia tutt’altro che infallibile. La chiromante, infatti, ha creduto nella vittoria della Russia sugli Stati Uniti nella corsa allo spazio e nello scoppio della terza guerra mondiale nel 1958. Fatti smentiti dalla storia.

Ci auguriamo che questa volta Jeane Dixon si sbagli, ma considerando il modo in cui è iniziato il 2020, tra gli incendi in Australia, le tensioni Usa-Iran e l’emergenza Coronavirus, un brivido può salirci lungo la schiena!