Diesel e benzina in pensione entro il 2030: arriva il nuovo carburante

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:02

Il carburante del futuro è stato descritto in anteprima dall’illustre Felix Gress, direttore del reparto comunicazioni e affari pubblici

automobili in coda
Inquinamento dovuto alle automobili (foto Getty)

Le sempre più stringenti normative in tema di emissioni stanno minando il futuro del diesel. Se, da un lato, questo tipo di alimentazione consente notevoli risparmi agli automobilisti che percorrono migliaia di chilometri l’anno, dall’altro il motore diesel non è più visto di buon occhio dai legislatori europei che ritengono questa motorizzazione particolarmente inquinante.

In un’intervista rilasciata in Germania Felix Gress, direttore del reparto comunicazioni e affari pubblici di Continental, ha affermato: “Le auto elettriche hanno i loro limiti, le vetture del futuro saranno a idrogeno”. Poi ha aggiunto: “Secondo le nostre previsioni la tecnologia delle batterie ha dei limiti evidenti. Per alcuni utenti, l’autonomia che garantisce è ancora troppo limitata”.

E’ l’ultima dichiarazione di Felix Gress che prevede il passaggio alle auto a idrogeno già nel 2030.

Ci si prepara quindi ad una rivoluzione dei motori con una soluzione eco sostenibile attraverso cui consumi ed emissioni saranno ridotte al minimo per la gioia dell’utente e  anche dell’ambiente. Una soluzione pulita al 100%, rispettosa dell’ambiente e con la garanzia di un sistema di rifornimento senza precedenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – ALLARME AUTO ELETTRICHE: LE BATTERIE CHE INQUINANO COME IL PETROLIO

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – AFFIDABILITÀ AUTO: QUALI SONO LE CASE MIGLIORI?

Nel 2030 il boom dell’idrogeno a favore dell’ambiente

auto idrogeno
Il futuro dell’auto è ad idrogeno (foto web)

Tutto punta in direzione di un ambiente pulito e di una viabilità quanto più silenziosa possibile nel futuro delle auto. Carburanti come diesel e benzina andranno in pensione entro il prossimo 2030, anno in cui sarà ben insediato il nuovo motore ad idrogeno.

Le cosiddette stazioni Fuel Cell potrebbero iniziare ad apparire solo nel 2025, anno in cui potrebbe iniziare a consacrarsi la svolta sia nel settore dei trasporti pubblici che privati.

Per i prossimi 5 anni, dunque, vi sarà carenza di distributori di idrogeno in attesa che si definisca la timeline definitiva per l’elettrico e tutto sembrerà ancora un sogno. Eppure tra meno di un decennio inizieranno a spuntare le prime auto ad idrogeno con il 100% di ricarica in soli 5 minuti per diverse centinaia di chilometri di autonomia.