Cani e bambini: “gli lascio il peluche così non mi dimentica” Video

Una storia davvero commovente di un bambino che deve lasciare il suo cane per salvargli la vita…una scelta coraggiosa

cani e bambini
La lettera del bambino trovata insieme al cane davanti al rifugio (foto web)

Una storia che arriva da molto lontano, da Città del Messico e che ha commosso tantissime persone sui social, tanto da far diventare il video virale.

Tutto è accaduto il 13 febbraio, fuori dal rifugio Xollin di Tecamac (Città del Messico), dove sono stati trovati un cagnolino, un peluche e una lettera. Nelle poche righe scritte da un bambino si legge: “Mi chiamo Andrés e ho 12 anni. Io e mia mamma abbiamo deciso di affidarlo a voi, all’insaputa di mio padre che aveva intenzione di venderlo. Lo maltratta e lo prende a calci. Una volta lo ha preso a calci talmente forte che ha ferito la sua coda”, poi ancora “Spero che possiate aiutarlo e prendervi cura di lui. Gli ho lasciato un peluche perché non mi dimentichi”.

Questo bambino e la sua mamma hanno dovuto fare questa scelta importante nella speranza di regalare una vita migliore al cucciolo.

Il canile ha condiviso la lettera su Facebook e in risposta ha ricevuto oltre 300 richieste di adozione; persone provenienti da tutto il mondo hanno deciso di interessarsi al piccolo cucciolo chiedendo di poterlo adottare e offrendo numerose donazioni per migliorare le condizioni del cagnolino.

La prima priorità del rifugio era quella di accertarsi delle condizioni dell’animale: “Dobbiamo portare il cane dal veterinario in modo che possa controllare la coda, che apparentemente è fratturata. Dobbiamo anche rimuovere i parassiti e fargli fare un controllo generale. Questo significa più spese e lavoro per noi, ma per fortuna il cane adesso è al sicuro. ”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – CANI: COME PROTEGGONO I BAMBINI QUANDO SONO IN PERICOLO VIDEO

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – QUANDO IL TUO CANE TI DICE: “TI VOGLIO BENE”, QUESTO VIDEO CHE TI SPIEGA…

Il video che ha commosso il web

Questo giovanissimo ragazzo di 12 anni ha dovuto affrontare una triste scelta con una maturità straordinaria per un bambino della sua età.

Per il momento René, così è stato chiamato il cucciolo, resterà ancora per un po’ nel canile, nella speranza che Andrés possa tornare a trovarlo.