Meteo, freddo polare in arrivo: neve anche a bassa quota

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:57

L’anomalo inverno mite potrebbe lasciare spazio a delle clamorose ondate di freddo. Ecco i possibili scenari meteo per i primi giorni di marzo

previsioni meteo
Previsiono meteo (foto Ilmeteo.it)

L’inverno 2020 passerà alla storia come uno dei più caldi di sempre. Le temperature sono state quasi sempre al di sopra della media e ciò ha favorito l’avvento di giornate soleggiate praticamente primaverili. La situazione è destinata a protrarsi anche nelle prossime ore e in particolar modo nel corso del weekend e nei primi giorni della prossima settimana in cui si prevedono temperature massime intorno ai 20°.

È infatti in arrivo una nuova rimonta anticiclonica, che regalerà alla maggior parte della penisola sole e caldo ad eccezione di alcuni sporadici piovaschi in alcune zone del Tirreno. Un quadro che potrebbe capovolgersi nei primi giorni di marzo, quando potrebbe tornare nuovamente l’inverno (praticamente mai iniziato). Secondo i principali centri di calcolo, è abbastanza plausibile l’ipotesi che possa arrivare un’ondata di freddo polare marittima.

LEGGI ANCHE-> METEO: IN ARRIVO IL CUPOLONE DI SAN PIETRO. ECCO COSA PORTERà 

LEGGI ANCHE -> METEO ITALIA: IN ARRIVO LA TEMPESTA DI NOME CIARA 

Meteo, ritorna il freddo: la situazione nei primi giorni di marzo

meteo
Neve e freddo

Una delle conseguenze più probabili è l’arrivo di forti nevicate in gran parte del Bel Paese, anche a basse quote. Uno scenario che potrebbe verificarsi sia sul versante adriatico che su quello tirreno. Qualcosa di incredibile se si pensa alle temperature che hanno caratterizzato gran parte della stagione invernale. A rendere il tutto ancora più strano è il ritardo dell’arrivo del freddo, visto che marzo nell’accezione meteorologica è considerato un’anticamera della primavera.

Nel caso non si tratterebbe di un inedito visto che già nel 1998 a seguito di un inverno piuttosto mite, fece seguito un mese di marzo anomalo con nevicate a quote collinari negli ultimi giorni del mese. Insomma, non rimane che aspettare e vedere se questa condizione si concretizzerà realmente. Sicuramente le perplessità sono tante, i cambiamenti climatici influiscono sempre più sulle stagioni, provocando delle alterazioni che ormai sono piuttosto palesi. Che sia questo lo scenario per i prossimi anni? Gli avvenimenti atmosferici sembrano cospirare in tal senso.