Riso nella dieta: per dimagrire fa bene o male? La risposta definitiva

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:18

Il riso è spesso utilizzato in cucina soprattutto per la sua versatilità, molti però non sanno se fa ingrassare o dimagrire e i diversi benefici: ecco la risposta definitiva

Riso nella dieta: per dimagrire fa bene o male? La risposta definitiva
Riso, Fonte: Pixabay (https://pixabay.com/it/photos/riso-chicchi-di-riso-alimentari-3506194/)

Spesso utilizzato per la composizione di diverse pietanze oppure per accompagnare i cibi, il riso è un alimento molto utilizzato nella dieta di tutti i giorni. La domanda, però, sorge spontanea: per dimagrire fa bene o male? La risposta definitiva.

Conosciuto ed utilizzato fin dall’antichità, il riso ha diverse proprietà ed apporta tantissimi benefici al corpo soprattutto per l’intestino in quanto riequilibra anche la flora batterica ed è dunque ottimo dopo e durante un’influenza intestinale.

L’alimento in questione contiene un grosso quantitativo di amido che, durante la cottura, aumenta. Per la ragione appena citata questo cereale è molto meno calorico rispetto alla pasta ed il senso di gonfiore dopo averlo mangiato permette di consumare meno cibo nel corso della giornata.

Inoltre, secondo quanto dimostrato dai ricercatori del Doshisha Women’s College of Liberal Arts di Tokyo, il consumo di questo cereale, integrale, bianco o altro, limita il rischio obesità.

LEGGI ANCHE –> CIOCCOLATO PER L’INSONNIA: L’INCREDIBILE SCOPERTA PER DORMIRE SERENI

Riso nella dieta: fa dimagrire, ma non bisogna esagerare

Riso nella dieta: per dimagrire fa bene o male? La risposta definitiva
Fonte: Pixabay (https://pixabay.com/it/photos/cuore-riso-cuore-di-riso-1976490/)

Il riso è dunque un alimento molto amato ed apprezzato soprattutto per la sua grande versatilità in cucina. Spesso, però, non si conoscono i diversi benefici e le tante proprietà di questo cereale: ecco alcune delucidazioni in merito.

Molto leggero e privo di tossine, questo cereale è anche adatto ai celiaci in quanto privo di glutine. Inoltre, al suo interno vi è la lisina ottimo per favorire gli ormoni ed gli enzimi.

Spesso il riso viene consumato bianco, ma anche integrale e in merito bisogna fare almeno una differenza. Il cereale bianco ha sull’intestino un effetto astringente, mentre quello integrale il contrario.

Tra le sue tantissime proprietà vi è anche quella di migliorare l’aspetto e la qualità dei capelli ed molto utile per fissare il calcio.

Vi sono, però, alcune avvertenze e non tutti possono fare di questo cereale un uso sproporzionato. Infatti, l’alimento in questione, consumato in quantità elevate può favorire il diabete di tipo due e/o la sindrome di Reaven.

LEGGI ANCHE –> DIGIUNO INTERMITTENTE, FUNZIONA DAVVERO? CHI LO SOSTIENE E QUANDO EVITARLO

La sindrome di Reaven, detta anche sindrome metabolica, è una condizione in cui diversi fattori messi insieme possono dare vita a patologie che danneggiano l’apparato circolatorio.