Vitamina C: usata così migliora la tua performance

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:28

Il nostro corpo manda sempre segnali sullo stato di salute in cui siamo. Non sempre riusciamo ad ascoltarlo, ma in certi casi è fondamentale saperlo fare. 

vitamine
vitamine in capsule (foto pixabay )

Ci sono ben 9 segnali che il nostro corpo ci manda quando siamo in carenza di Vitamina C. Nel caso in cui ne riscontraste alcuni è bene ricorrere a cibi ad alto contenuto di vitamina C o ad integratori (che comunque vanno sempre assunti su consiglio di un medico). Vediamo quali sono questi sintomi per poter subito porre rimedio.

Un primo campanello di allarme è dato dalla pelle ruvida: compaiono piccole bollicine su braccia, cosce e glutei.

I follicoli dei capelli si arrossano: il cuoio capelluto è ricco di vasi sanguigni che in carenza di vitamina C possono rompersi.

Sempre per l’indebolimento dei vasi sanguigni possono comparire più facilmente lividi sul corpo.

Un altro sintomo è quello di dolori articolari poichè la carenza di vitamina C indebolisce le articolazioni provocando anche gonfiori.

Tra i sintomi più gravi c’è poi la carenza di ferro che può portare all’anemia. La vitamina C infatti aiuta l’assorbimento del ferro per cui la sua mancanza può provocarne l’abbassamento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Cannella, benefici e proprietà: se usata così aiuta il cuore

Senza vitamina C le unghie possono modificarsi presentando linee e punti rossastri se non addirittura arcuarsi.

Come le unghie anche i peli possono cambiare aspetto e crescere piegati o arricciati.

La carenza di vitamina C può avere conseguenze anche sull’umore e sull’energia fisica.

Infine quando manca la vitamina C le ferite guariscono molto più lentamente.

Gli alimenti che contengono più vitamina C

frutta
Frutta fresca e vitamina C (foto pixabay)

La natura con tutti i suoi prodotti ci offre molti alimenti ricchi di vitamina C. Quelli che ne contengono di più sono alcuni frutti freschi come  kiwi, limone, arancia, fragole, ananas alcuni ortaggi come broccoli, pomodori cavoli o prezzemolo e anche le patate soprattutto se novelle.

L’apporto giornaliero consigliato varia dai 50 ai 100 mg a seconda del sesso e dell’età, ma su questo è sempre consigliabile chiedere al proprio medico.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Quando l’aglio migliora la pelle e favorisce la crescita dei tuoi capelli

La vitamina C, o acido ascorbico, è un nutriente fondamentale per l’organismo, coinvolto nella crescita, nello sviluppo e nella riparazione di tutti i tipi di tessuti. Dalla formazione del collagene, alla buona salute di cartilagine, ossa e denti, la vitamina C si rivela necessaria in moltissime funzioni dell’organismo.