Milano, cassiera sventa una rapina impietosendo il ladro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:16

A Milano, una cassiera ha fatto valere le sue convinzioni, più della forza. Chiedendo al ladro di non comportarsi in quel modo, ha evitato una rapina

Milano, cassiera sventa una rapina impietosendo il ladro
Fonte foto: (firenzetoday.it)

A Milano, una commessa ha rischiato di essere aggredita, per difendere i soldi della cassa, del supermercato dove lavora.

Per fortuna, il rapinatore a cui si era rifiutata di dare i soldi, ha avuto poco tempo ed ha deciso di scappare.

Leggi anche: Barbara D’Urso: fans in rivolta per il video con Matty il biondo

La storia della coraggiosa cassiera che ha chiesto al ladro di allontanarsi

Milano, cassiera sventa una rapina impietosendo il ladro
Fonte foto: (cdt.ch)

È successo a Milano, dove poco dopo le 19, una cassiera del supermercato, Picard, ha rischiato davvero grosso per far allontanare un rapinatore. Per fortuna, l’uomo sulla quarantina, è stato poi costretto ad allontanarsi, grazie ad una cliente entrata dopo di lui.

Così ha raccontato, Raffaella Salemi, commessa separata, con due figli. Poco prima dell’orario di chiusura, un uomo italiano sulla quarantina, si è avvicinato al bancone, chiedendole in maniera tranquilla, di dargli tutti i soldi della casa, rapidamente. Inizialmente la donna, credeva si trattasse di un semplice modo per attirare la sua attenzione, visto che in un bar dove si presta per un secondo lavoro, i clienti dicono di tutto, pur di attaccare bottone. Ma questa volta purtroppo, l’uomo non scherzava ed ha iniziato ad innervosirsi, minacciandola di attenderla fuori con una pistola. La donna, con coraggio ha prima chiesto di fargliela vedere, assicurandosi che non fosse vero, poi ha chiesto al ladro il senso di tutto ciò. Alla risposta: “Ho bisogno di soldi”, Raffaella allora ha controbattuto: “Anche io, ma non faccio queste cose”.

Per fortuna, in soccorso della coraggiosa commessa, è poi arrivata una donna che entrando, ha attirato l’attenzione del ladro, accortosi di non essere più solo. Appena il rapinatore esce dal supermercato, Raffaella può sciogliersi in un pianto di liberazione. La polizia, accorsa dopo pochi minuti, ha poi studiato le immagini delle telecamere di sorveglianza, accorgendosi che tutto, si sarebbe svolto in soli tre minuti. Tre minuti, che, dal racconto di Raffaella, le sono sembrati un’eternità.

Leggi anche: Assume viagra per tori, operato d’urgenza dopo un’erezione durata 3 giorni