Le patate fritte, gustose e croccanti, sono tra i cibi più amati e consumati di sempre. Ma quali sono i rischi per la salute? La soluzione arriva dalla scienza

Mangiare patate fritte fa male? Uno studio spiega quali sono i rischi
Piatto con patate fritte, Fonte: Pixabay (https://pixabay.com/it/photos/ciotola-cibo-patatine-fritte-macro-1842294/)

Le patate fritte si sa sono annoverati tra i cibi più amati di sempre e, anche se non molto salutari, vengono consumate da grandi e piccini di quantità elevate. La domanda che spesso ci poniamo è: mangiare le patatine fritte fa male? Ecco lo studio che rivela quali sono i rischi per la nostra salute.

Secondo uno studio mangiare il cibo in questione due volte a settimana aumenterebbe il raddoppierebbe il rischio di mortalità.

La ricerca è stata pubblicata sull’American Journal of Clinical Nutrition, nota rivista biomedica mensile inglese, e ha lasciato di stucco tutti. Infatti, secondo lo studio in questione, le patatine uccidono.

Il rischio di mortalità nelle persone adulte, addirittura, raddoppierebbe man mano che consumiamo questo cibo.

Lo studio è stato condotto su un campione di 4.440 persone di età compresa tra i 45 e 79 anni. Gli studiosi hanno eseguito le ricerche in base alle diverse abitudini alimentari degli esaminati ed infine hanno tirato le somme.

LEGGI ANCHE–> Bere caffè amaro: disturbi della personalità o psicologici gravi? cosa è vero e cosa è falso

Mangiare patate fritte aumenta raddoppia il rischio di mortalità: le dichiarazioni dei ricercatori

Mangiare patate fritte fa male? Uno studio spiega quali sono i rischi
Patatine fritte, Fonte: Pixabay (https://pixabay.com/it/photos/patata-patatine-fritte-patate-4713095/)

Le patate fritte, anche se amatissime e consumate da grandi e piccini, sarebbero molto dannose per la salute umana.

In uno degli ultimi studi condotti in merito, ha davvero sconvolto tutti a causa del risultato ottenuto alla fine della ricerca. Dai dati, secondo quanto riportato dal periodico American Journal of Clinical Nutrition, emerge che nei consumatori più accaniti di patatine il rischio di mortalità raddoppia.

La ricerca, come sopracitato, è stata condotta su un campione di di 4.440 persone di età compresa tra i 45 e i 79 anni. Gli studiosi hanno preso in considerazione le abitudini alimentari e le patatine fritte consumante dagli esaminati durante gli ultimi otto anni.

Alla fine del periodo di studio, 233 partecipanti sono deceduti. Il dato appena citato ha fatto dedurre ai ricercatori la correlazione tra aumento di mortalità e il consumo del cibo spazzatura in questione.

LEGGI ANCHE–> Tonno in scatola: quali effetti collaterali riceve il tuo corpo

Gli scienziati hanno poi dichiarato che il consumo di patatine fritte sarebbe dunque associato all’aumento di mortalità. Ovviamente serviranno ulteriori studi per confermarne la tesi.