Bere caffè amaro: disturbi della personalità o psicologici gravi? cosa è vero e cosa è falso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:10

Secondo un recente studio, bere caffè amaro favorirebbe l’insorgenza di gravi disturbi psicologici: ecco cosa hanno scoperto gli scienziatibere Caffè

Nel corso della giornata gli italiani, e non solo, consumano molto caffè e spesso soprattutto chi segue una dieta per perdere peso preferisce consumare la bevanda in questione senza zucchero oppure con l’aggiunta di alcuni dolcificanti come la stevia.

Da tempo, ormai, il caffè è sotto l’occhio vigile degli scienziati per scoprirne i benefici e soprattutto per mettere un freno alle credenze che spesso girano sul web.

Uno studio recente, però, demonizzerebbe il caffè amaro in quanto favorirebbe l’insorgenza di alcuni disturbi psicologici e della personalità gravi.

Lo studio in questione è stato condotto dall’Università di Innsbruck e i ricercatori hanno trovato una stretta relazione tra i disturbi della personalità e la preferenza per il caffè amaro.

Gli studiosi hanno condotto lo studio in questione analizzando 1000 persone tutte di circa 35 anni e li hanno sottoposti ad alcuni test valutando i gusti alimentari e la personalità di ognuno.

LEGGI ANCHE–> Gli alimenti che se mangiati in grande quantità avvelenano il nostro corpo

Bere caffè amaro favorisce l’insorgenza di disturbi psicologici? I risultati dello studio sono sorprendenti

Bere caffè amaro favorisce l'insorgenza di disturbi psicologici? Lo studio
Caffè, Fonte: Pixabay (https://pixabay.com/it/photos/caffè-coppa-espresso-mani-cibo-2608864/)

Il caffè è dunque molto utilizzato nel Bel Paese, e non solo, e soprattutto a colazione viene consumato spesso. Alcuni recenti studi condotti dall’Università di Innsbruck, però, hanno scoperto che chi consuma caffè amaro rischia di incappare in alcuni disturbi della personalità o psicologici anche gravi.

I tratti distintivi più studiati dai ricercatori sono stati: apertura mentale; coscienziosità; estroversione; psicopatia; narcisismo; sadismo e aggressività.

Gli scienziati hanno scoperto che vi è una tratta connessione tra la preferenza di consumo del caffè amaro e la psicopatia e il sadismo.

Anche alcuni psicologi hanno confermato la correlazione sopracitata e hanno aggiunto un ulteriore dettaglio: chi ha la preferenza per il caffè amaro sarebbe poco empatico e poco sensibile nei confronti dell’altro.

LEGGI ANCHE–> Capelli sfibrati, secchi e indisciplinati? I consigli per migliorare la chioma

Insomma il caffè non smette mai di stupire e ogni qualvolta vene condotto uno studio su di esso i risultati sono davvero estasianti.