Dieta: 5 validi consigli per dimagrire abbassando l’indice glicemico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:07

Non solo grassi e calorie, per dimagrire vi serve tenere d’occhio anche l’indice glicemico degli alimenti: 5 validi consigli per incidere sulle cattive abitudini alimentari

Dimagrire abbassando l'indice glicemico: 5 validi consigli
Perdere peso (fonte foto: pxhere)

Tutti coloro che hanno intenzione di iniziare una dieta e dimagrire, sentono ricorrenti due paroline, ovvero grassi e calorie: tuttavia, chi ha l’obiettivo di perdere i chili in eccesso deve tenere d’occhio anche un altro valore, l’indice glicemico degli alimenti.

Tali chili di troppo, infatti, spesso sono sintomo di cattive abitudini a tavola, come può esserlo un esagerato consumo di zuccheri. Quest’ultimi sono portatori di calorie, ma al contempo favoriscono la produzione ed insulina, fondamentale per quanto concerne la sensazione della fame.

Come spiega la dottoressa Giulia Vincenzo a VanityFair, infatti, l’indice glicemico indica la velocità con cui il cibo alza la glicemia nel sangue.

Alimenti che portano con sé un alto tasso di zuccheri semplici, incidono sulla glicemia e quindi sull’insulina.

Per migliorare dunque le proprie abitudini alimentari e per favorire la perdita di peso, occorre guardare agli alimenti che hanno dunque un basso indice glicemico.

LEGGI ANCHE –> Cibo ‘marcio’ per esaltare i sapori: arriva la nuova tecnica culinaria

5 consigli per dimagrire tenendo d’occhio l’indice glicemico: ecco quali sono

Dimagrire abbassando l'indice glicemico: 5 validi consigli
Chili di troppo (fonte foto: pixabay)

Non solo grassi e calorie, ma priorità anche al controllo dell’indice glicemico negli alimenti dunque, per tutti coloro che hanno interesse nel perdere peso ed eliminare i chili in eccesso, modificando e migliorando le proprie cattive abitudini alimentari.

Consumare cibo con un alto valore glicemico ha come conseguenza un picco del relativo valore nel sangue, favorendo una produzione più intensa di insulina; quest’ultimo, prodotto dal pancreas, trasporta lo zucchero ai tessuti. A quel punto, o sarà energia per l’organismo o verrà accantonato come grasso.

Pasta, riso e cereali integrali, all’intento di una dieta sana, essendo ricche di fibre e avendo un basso valore glicemico, rallentano la velocità con cui l’organismo prende zuccheri, spiega ancora la dottoressa.

LEGGI ANCHE –> Senza zuccheri aggiunti: cosa significa e come leggere le etichette

5 validi consigli da tenere presente:

  1. Evitare alimenti ricchi di zuccheri semplici;
  2. Le proteine non devono mancare, poiché la loro digestione è più lunga;
  3. Consumare fibre che abbassano l’indice glicemico;
  4. Non evitare completamente i grassi;
  5. Invertire l’ordine degli alimenti tra contorno, secondo e primo.