Senza zuccheri aggiunti: cosa significa e come leggere le etichette

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:02

Nei diversi supermercati si trovano diversi alimenti con la dicitura “senza zuccheri aggiunti”: cosa significa e come leggere le etichette dei prodotti

Senza zuccheri aggiunti: cosa significa e come leggere le etichette
Zucchero, Fonte: Pixabay (https://pixabay.com/it/photos/di-zucchero-cannella-3057660/)

Negli ultimi anni, ormai, in tutti i supermercati e ipermercati si trovano prodotti con la dicitura “Senza zuccheri aggiunti“: ma cosa vuole dire e come si leggono le etichette dei prodotti in vendita?

I messaggi promozionali si sa ingannano tutti ed è davvero difficile resistere ad un prodotto che promette di non far ingrassare e di non contenere zuccheri in più rispetto a quelli già presenti all’interno dell’alimento.

Inoltre basta dare una rapida occhiata agli alimenti presenti sugli scaffali per rendersi conto che le diverse etichette risultano sempre più confuse e poco chiare.

Le diverse diciture suoi tanti prodotti alimentari aiutano davvero il cittadino a capire cosa sta mangiando e cosa sta comprando?

Secondo uno studio condotto dal Dipartimento di Studi Economici e Giuridici dell’Università degli Studi di Napoli Parthenope risponderebbe alla domanda, infatti, i docenti dell’Università in questione hanno fatto compilare un semplice questionario ad alcuni volontari per rendersi conto del grado di preparazione degli esaminati.

LEGGI ANCHE–> Richiami alimentari: allarme contaminazione per questo tipo di torta

Senza zuccheri aggiunti, cosa significa e come leggere le etichette: cosa ha evidenziato lo studio?

Senza zuccheri aggiunti: cosa significa e come leggere le etichette
Cioccolatini, Fonte: Pixabay (https://pixabay.com/it/photos/cioccolatini-cioccolato-dolci-candy-171351/)

Dappertutto ormai si trovano prodotti con la dicitura “Senza zuccheri aggiunti“, ma non tutti sanno cosa significa e non riescono a comprendere dall’etichetta applicata sui diversi prodotti cos’è vero e cosa no.

Secondo lo studio sopracitato, condotto presso l’Università di Napoli Parthenope, è venuto fuori che i consumatori italiani non danno la giusta attenzione ai messaggi che le etichette provano a fornire agli utenti.

In maniera particolare, lo studio ha fatto emergere che gli slogan che traggono particolarmente in inganno sono: “Senza zuccheri aggiunti” e “A basso contenuto di sodio“.

Secondo gli esaminati, infatti, “Senza zuccheri aggiunti” sarebbe sinonimo di privo di zucchero oppure minor concentrazione di zucchero rispetto ad altri marchi dello stesso prodotto.

LEGGI ANCHE–> Gatti, miagolio e coda: cosa vuole dirti? Impara il linguaggio – VIDEO

Mentre nel caso di “A basso contenuto di sodio”, ovvero il sodio contenuto all’interno del prodotto rispetta i limiti previsti, gli esaminati avrebbero inteso che il prodotto in questione è senza l’aggiunta di sodio oppure con minore quantità rispetto ad altri alimenti.