Si salva da tumore al cervello: la commovente lettera del padre

Aveva organizzato una raccolta fondi per salvare il figlio da un brutto tumore, oggi il papà di Sebastiano condivide la bella notizia con il web

Si salva da tumore al cervello: la commovente lettera del padre
Fonte foto: (Getty Images)

Bellissima, la storia che oggi, sta facendo il giro del web. Sebastiano Quattrocchi, quindicenne siciliano con un tumore al cervello, è stato operato e salvato, lo scorso 11 dicembre.

Il papà, che aveva organizzato sul web una raccolta fondi, per potersi permettere l’operazione del piccolo Seb, ora ringrazia tutti su Facebook, scrivendo che suo figlio sta bene.

Leggi anche: USA, Atlanta: spari in un centro commerciale, un ferito – VIDEO

Sebastiano salvo da un tumore: la lettera del papà

Si salva da tumore al cervello: la commovente lettera del padre
Fonte foto: (Getty Images)

Il piccolo Sebastiano Quattrocchi ce l’ha fatta. Il ragazzo siciliano che aveva bisogno di un’operazione per rimuovere un tumore al cervello, ora sta bene, grazie soprattutto alle cure del dottor Charles Teo.

Ad informare il web, il papà di Seby, come lo chiamano in famiglia, Giovanni Quattrocchi. Proprio dei social, il padre del quindicenne siciliano, si era servito per fare un appello, lo scorso anno, proprio in dicembre, riuscendo a raccogliere ben quarantamila euro in pochissime ore, grazie alla generosità di tanti benefattori. Ed è a loro che principalmente si rivolge il papà del ragazzo, senza di loro, non sarebbe stato possibile un volo a Sidney e l’istantanea operazione che ha salvato la vita di Sebastiano.

Giovanni, ha sempre aggiornato i lettori tramite Facebook e lo scorso 11 dicembre, ha condiviso con loro, la stupenda notizia: Sebastiano sta bene. Ecco, alcuni estratti della lettera di Giovanni Quattrocchi su Facebook: “Per far chiarezza
Questo messaggio è semplicemente finalizzato e indirizzato SOLO a tutte le persone che ci scrivono in privato chiedendoci un contatto diretto per arrivare a questa clinica che sembra essere all’avanguardia nelle malattie oncologiche cerebrali e non.
Detto ciò non potendo rispondere singolarmente a ognuno (sia per questione di tempo sia perché non sempre vengono visualizzati i messaggi che spesso vengono percepiti come spam e quindi dirottati su casella spam che difficilmente apro), ho ritenuto opportuno pubblicare gli indirizzi email delle persone nel post elencate.
Prof Teo e assistente Laine.”

“PREMETTO CHE LA BRAVURA DI UN MEDICO È NULLA SENZA IL VOLERE DI DIO“, continua il papà del giovane guerriero, “PREMETTO CHE SEBY OGGI È STATO DICHIARATO FUORI PERICOLO MA COME OGNI FORMA DI CANCRO IL RISCHIO CHE POSSA RITORNARE È SENZ’ALTRO PIÙ ALTO DI CHI NON LO ABBIA MAI AVUTO”. Il pensiero che l’incubo possa di nuovo abbattersi sul ragazzo, è sempre quindi, costante, ma per ora va elogiato, secondo ammissione dello stesso Giovanni, il dottor Teo che, a sua detta, è stato l’unico ad avere il coraggio di andare a toccare una parte di cancro difficilmente raggiungibile, salvando la vita al quindicenne.

Leggi anche: Diana Del Bufalo e Paolo Ruffini, l’attrice conferma: è finita !