Under 14, social Network: aumentano le iscrizioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:04

Cresce il numero degli Under 14 iscritti ai social network con falsa età. I dati parlano chiaro: sono otto ragazzini su dieci. E i genitori non sanno nulla

Social Network
Ragazzini under 14 sui social network con dati falsi

Sempre più ragazzini che non hanno ancora compiuto 14 anni si iscrivono ai social network all’insaputa dei genitori, dichiarando una falsa età. Per la precisione, secondo i dati si tratta di 8 under 14 su 10.

Dietro uno schermo di un telefono o dietro un monitor di un pc, è banale mascherarsi e camuffare la propria età. Soprattutto per ragazzini svegli che di fatto sono nativi digitali, cresciuti nel mare magnum delle tecnologie più svariate e sempre più moderne. Anche se, proprio perchè è semplice nascondersi attraverso i social, non si sa mai chi si ha di fronte e i pericoli che possono derivarne. Ma questo aspetto, un ragazzino ingenuo che non ha ancora compiuto 14 anni, non può comprenderlo.

Leggi anche -> Fedez a rischio sclerosi multipla: furia social per il tweet di Gue Pequeno

Otto ragazzini su dieci sui social network: l’indagine

Jesse Eisenberg, chi è il Mark Zuckerberg del film The social Network
The social network (Youtube, SonyPicturesIT)

I dati sono chiarissimi: la proporzione è pari a 8 su 10. Lo studio è stato condotto dall’Associazione Oltre e l’analisi ha coinvolto un campione di 7.896 studenti delle scuole medie inferiori.

Dunque, si tratta di una percentuale molto alta degli interpellati pari all’84% di ragazzini in età pre-adolescenziale, tra i 10 e i 14 anni di età. Questi studenti, in fase di iscrizione, hanno inserito dati veritieri per quanto riguarda il nome e il cognome e spesso anche per la scuola di provenienza e la città, ma hanno mentito circa la loro età, dichiarando di essere più grandi, se non addirittura maggiorenni.

Il 22% di essi invece, ha dichiarato di essersi iscritto in presenza di un genitore, ma sempre dichiarando una falsa età. E qui forse l’accaduto è ancora più grave e mette in luce un altro aspetto. Esiste, infatti, una normativa che regola le iscrizioni dei minori ai social network. Ma questo 22% rende evidente il fatto che questa legge è poco chiara non solo per i minori, ma soprattutto per gli adulti, che dovrebbero vigilare sulle azioni dei propri figli ma che di fatto si rendono complici dei loro sbagli, affrontando la questione con negligenza e superficialità.

Dall’indagine risulta mancato il rispetto per la normativa che disciplina l’utilizzo dei social network, secondo cui gli utenti devono aver compiuto almeno 14 anni di età per iscriversi e prima dei 13 è assolutamente vietato. Tra i 13 e i 14 anni di età, invece, è necessaria l’autorizzazione di un adulto, che deve fornire il suo assenso e manifestare la propria supervisione.

Leggi anche -> Colesterolo alto? Ecco i rischi per i giovani e il parere degli esperti