Investito bambino in provincia di Brescia: rintracciata la responsabile

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:27

Il bambino investito è attualmente in coma, mentre il pirata della strada dopo essersi dato alla fuga è stato ritrovato dopo un’accurata ricerca

Pirata della strada
Ritrovato pirata della strada nel bresciano (Corvettec6r, Wikipedia Commons)

Brutto incidente nella giornata di ieri a Coccaglio, piccolo comune della provincia di Brescia in Lombardia. Una donna e il suo bambino di due anni in passeggino sono stati investiti da un pirata della strada, mentre stavano attraversando sulle strisce pedonali. Il piccolo versa in condizioni non ottimali all’ospedale Papa Giovanni di Brescia, dove è in stato di coma. L’impatto è stato molto violento e il bimbo è sbalzato fuori dal passeggino. Illesa la madre che è stata immediatamente aiutata dalle persone presenti sul posto.

Le ricerche sono iniziate fin da subito e dopo circa una giornata di investigazione, grazie ai filmati delle telecamere di sicurezza del posto, è stato possibile risalire all’autore di questo macabro gesto. Una volta individuato è stato fermato ed accusato di lesioni stradali gravi ed omissione di soccorso.

Leggi anche -> Sparatoria in un negozio , è una strage

Bambino investito: rintracciato il pirata della strada

Travolge bambino di 2 anni e scappa. Caccia al pirata della strada
Fonte foto: (Getty Images)

Si tratta di una ragazza di 22 anni Erbusco, altra località situata nel bresciano. Ancora non sono note le cause che hanno portato al terribile incidente. Tra le varie ipotesi quelle che potrebbero avere maggiore fondatezza sono la guida in stato d’ebrezza o quella della distrazione dovuta all’uso del cellulare. Ad aggravare il tutto è il tentativo di fuga. Probabilmente, presa dal panico ha pensato che scappare potesse essere la soluzione migliore, ma con i potenti strumenti tecnologici odierni, rintracciare le persone che provocano un incidente non è più così difficile.

Piuttosto bisognerebbe interrogarsi un po’ tutti su come cercare di ridurre i sinistri, per lo meno questi in cui vengono coinvolti anche i pedoni. Una maggiore attenzione e l’evitare distrazioni possono essere degli ottimi viatici in tal senso. Certo, ci sono casi e casi, ma se ognuno provasse a fare la propria parte, forse si riuscirebbe a migliorare. La prima regola in tal senso è quella di evitare l’uso del cellulare e di utilizzarlo solo in vivavoce e con gli appositi auricolari.

Leggi anche-> Travolge bambino di 2 anni e scappa. Caccia al pirata della strada