Francesco Guccini, il nuovo album rivolto alle nuove generazioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:09

Francesco Guccini esce con un nuovo album, in cui vengono riproposti alcuni tra i suoi brani più famosi, riarrangiati e interpretati da artisti italiani.

Francesco Guccini
Francesco Guccini (Fonte: Instagram di Francesco Guccini)

È uscito da poco l’ultimo album di Francesco Guccini dal titolo “Note di viaggio”, un disco dove sono ripresi i maggiori successi del cantautore modenese.

Curatore di questo progetto è Mauro Pagani che, come ha spiegato in alcune recenti interviste, aveva l’obiettivo di offrire alle nuove generazioni la possibilità di ascoltare pezzi di straordinaria bellezza completamente riarrangiati per l’occasione.

Un’idea brillante quindi quella di avvicinare i giovani a un mondo musicale completamente diverso rispetto a quello che a cui sono sempre stati abituati negli ultimi anni.

“Note di viaggio” presenta ben 12 pezzi che sono stati riarrangiati in chiave diversa e cantati da vari artisti del patrimonio musicale italiano.

Francesco Guccini però ha tenuto a sorprendere tutti i suoi fan inserendo nel cd anche un pezzo inedito intitolato “Natale a Pavana”.

Mauro Pagani, che si è occupato di tutta l’aspetto riguardante non soltanto la preparazione degli arrangiamenti, ma anche della selezione dei cantanti da inserire nel progetto, si è detto molto soddisfatto del lavoro svolto.

Gli artisti che hanno preso parte al disco sono: Elisa con “Auschwitz”, Ligabue con “Incontro”, Carmen Consoli con “Scirocco”, Giuliano Sangiorgi con “Stelle”, Nina Zilli con “Tango per due”, Brunori Sas con “Vorrei”, Malika Ayane con “Canzone quasi d’amore”, Francesco Gabbani con “Quattro stracci”, Luca Carboni e Samuele Bersani con “Canzone delle osterie di Fuori Porta”, Margherita Vicario con “Noi non ci saremo”, e infine Manuel Agnelli e Mauro Pagani con “L’avvelenata”.

Un viaggio musicale alla riscoperta della musica di Guccini

Copertina disco di Francesco Guccini
Copertina disco di Francesco Guccini (Fonte: Instagram di Francesco Guccini)

Si tratta di un vero e proprio viaggio musicale, che percorre parte dell’universo artistico di Francesco Guccini, cantautore che ha saputo scrivere testi rimasti nella storia della musica italiana.

Tutto è studiato nei minimi dettagli e anche la copertina del disco, a cura di Tvboy l’artista noto per aver creato il murales Amor populi rappresentante un bacio tra Salvini e Di Maio, è una scelta molto ben pensata.

Nell’immagine si propone una barca in mezzo al mare, in cui a bordo sono disposti tutti i cantanti che hanno partecipato al progetto, compreso ovviamente lo stesso Guccini.

Le canzoni riproposte appaiono in una veste molto inusuale, anche perché molte sono interpretate da voci femminili, che creano un’atmosfera particolare ai testi di Francesco Guccini che non stona per nulla con il mondo musicale dell’artista.

Nel complesso l’album risulta un vero e proprio gioiellino, che sarà in grado di stupire anche i fan più scettici.