Roma: insegnante trans licenziata, farà causa alla scuola

Roma: insegnante trans licenziata, farà causa alla scuola. “Non intendo rinunciare al mio sogno”

Insegnante trans

Roma: insegnante trans licenziata, farà causa alla scuola. Una notizia che ha fatto il giro del mondo quellla della professoressa trans che è stata allontanata dalla scuola per motivi di carattere sessuale.

–> Leggi anche Berlusconi: Caldoro il nostro candidato in Campania

Allontanata dalla classe dopo solo nove giorni di lezioni

Si chiama Giovanna Vivinetto l’insegnante transessuale licenziata lo scorso 14 ottobre dall’Istituto Kennedy di Roma dopo soli 9 giorni di lezioni. Le sue parole in un video pubblicato su Facebook stanno facendo il giro della rete.

Insegnare è stata la mia più grande passione sin da quando ero piccola. E purtroppo questo mio sogno è stato spezzato qualche settimana fa”. “Me lo hanno spezzato quando sono stata licenziata per discriminazione dalla scuola Kennedy di Roma”.

Accuse dure quelle di Giovanna che però fa sapere di non volersi arrendere e continuare la sua battaglia. Per continuare a credere nel suo sogno.

E infatti annuncia: “Ma io non intendo rinunciare al mio sogno. Qualche giorno fa ho mandato alla scuola Kennedy una raccomandata in cui contesto le ragioni del mio licenziamento. Licenziamento che ritengo assolutamente improprio ed illegale. È il primo passo per fare causa alla scuola”.

Poi lo sfogo: “Dopo il licenziamento sono rimasta sotto shock. Per qualche giorno mi sono sentita colpevole, incapace di insegnare. Come se il problema fossi io. Ancora oggi, le persone transessuali e le minoranze sessuali subiscono delle discriminazioni molto forti. Io voglio lottare per tutti coloro che non hanno la forza e il coraggio per esporsi”.

La transessualità è ancora oggi un tabù, ma insieme possiamo dimostrare che un docente transessuale può, anzi deve essere la normalità” conclude l’insegnante.

A sostegno di Giovanna una petizione proposta da Change.org che ad oggi ha superato le 13mila firme.