Spiacevole episodio di omofobia nel New Yersey, dove un tassista ha “cacciato” dalla propria auto due ragazze omosessuali, colpevoli di essersi scambiate un bacio

Coppia gay vittima di omofobia
Coppia gay vittima di omofobia (Instagram)

Nel 2019 siamo alle prese con la discriminazione sessuale. Una delle ultime tristi testimonianze in ordine di tempo ci arriva dagli emancipatissimi Stati Uniti, nella fattispecie dal New Jersey, dove pochi giorni fa una coppia di ragazze gay è stata brutalmente invitata a scendere da un taxi Uber.

Kristin Michele e la sua ragazza, Jen Mangan erano sulla vettura e si stavano dirigendo ad un concerto, quando ad un certo punto si scambiano un normalissimo bacio. La proprietaria e conducente della vettura Cynthia non ha gradito le effusioni tra le due giovani ed ha reagito male, invitandole a scendere dal taxi.

A tal proposito Kristin ha girato un video, in cui si si capisce chiaramente che la loro presenza in automobile non è più gradita. Il filmato è stato postato sui vari social network ed è diventato subito virale.

Leggi anche -> Roma, due mendicanti “finte gobbe” si prendono a bastonate

Omofobia: i provvedimenti di Uber nei confronti della tassista

Stando a quanto riportato da Yahoo News, la “sceneggiata” di Cynthia non è passata inosservata. Pare infatti che la donna sia stata licenziata Uber per non aver rispettato i parametri principali, che prevedono tra gli altri, il divieto di discriminazione in base a disabilità, orientamento sessuale, religione, nazionalità e tutte le altre categorie per cui la legge lo prevede.

Insomma, un avvenimento piuttosto triste, che lascia intendere come la strada verso l’abbattimento di certe “barriere mentali” sia ancora piuttosto lunga.

Leggi anche -> Riscaldamento, orari e periodo d’accensione

Facebook Comments