Cane scopre sigarette di contrabbando nel napoletano

La Guardia di Finanza ha scoperto il tutto grazie al fiuto di Mugghy, cane dell’unità cinofila specializzata del comando provinciale di Napoli

Cane trova sigarette di contrabbando (skeeze, Pixabay)

È proprio vero che il cane è il miglior amico dell’uomo. Infatti, grazie all’intervento di Mugghy cane dell’unità cinofila specializzata del comando provinciale di Napoli, (che opera anche nell’aeroporto di Capodichino), sono state individuate e scoperte diverse stecche di sigarette di contrabbando a Boscotrecase, piccolo comune situato nella provincia partenopea.

I militari con l’ausilio del cane hanno recuperato ben 220 chili di tabacchi lavorati esteri. Erano nascosti, nella parete del bagno, per l’esattezza dietro ad un termosifone. Le sigarette erano prive del contrassegno di stato e avevano diversi marchi come ad esempio Marlboro, Merit, Diana e Regina).

Leggi anche -> Stop pesce fresco in diverse parti d’Italia per avvio del blocco della pesca

Cane scova sigarette di contrabbando: i particolari dell’operazione

Dietro alla losca operazione c’è un uomo di 63 anni già implicato in passato in vicende analoghe. Dovrà rispondere di illecita detenzione di tabacchi destinati alla vendita.

Stando alle ipotesi varate dalla Guardia di Finanza, qualora il carico non fosse stato intercettato, sarebbe stato destinato al mercato clandestino di Torre Annunziata e dei comuni limitrofi.

Leggi anche -> Meteo Roma previsioni domani 10 settembre: nuvolosità, temperature e venti