Crisi di governo e voto al Senato: lo speciale TG LA 7 con Enrico Mentana

Oggi 13 agosto, a partire dalle 17:15, lo speciale del TG LA 7 con Enrico Mentana, seguirà gli sviluppi in diretta sulla crisi di governo e sul voto al Senato

Crisi di governo e voto al Senato: lo speciale TG LA 7 con Enrico Mentana
Enrico Mentana (GettyImages)

Un’estate rovente quella degli italiani, non soltanto a causa delle altissime temperature registrate in quasi tutta la nazione: anche in politica e al governo il clima è decisamente caldo, dopo l’apertura della crisi voluta dal vicepremier, Ministro dell’interno e leader della Lega Matteo Salvini.

LA 7, attraverso uno speciale del TG condotto da Enrico Mentana, seguirà la seduta del Senato e mediante il dibattito in studio analizzerà con gli ospiti l’attuale situazione, con i primi esiti, gli scenari possibili, le conseguenze della crisi di governo, le posizioni della maggioranza, le ipotesi nuove elezioni e tutto quanto potrebbe accadere nei giorni a venire.

Nel pomeriggio di oggi, 13 agosto, infatti, la crisi di governo potrebbe avere il tanto atteso calendario; l’esito sembrerebbe scontato con i senatori del centro destra unito in minoranza, coloro cioè che vorrebbero che il premier Giuseppe Conte si presentasse in aula il prima possibile, il 14 agosto, per il voto di sfiducia.

LEGGI ANCHE –> SPREAD – VALORE DI OGGI | AGGIORNAMENTO IN TEMPO REALE | DIRETTA 13 AGOSTO

Enrico Mentana conduce lo speciale TG LA 7 sulla crisi di governo e sul voto al Senato: si parte alle ore 17:15

Andrà dunque in onda alle ore 17:30 su LA 7 lo speciale del TG sulla crisi di governo e sulla seduta del Senato che avrà luogo alle 18:00, condotto da Enrico Mentana.

Come accade spesso in occasioni di momenti elettorali importanti per l’Italia e per il mondo, LA 7 con il direttore Mentana segue tutti gli sviluppi delle vicende attraverso una maratona, diventata nota ormai anche sui social con il nome di #maratonamentana.

Il voto di oggi in Senato dovrebbe far prevalere la linea opposta a quella del centro destra unito, quindi tempi meno stretti, e la votazione potrebbe svelare quindi l’effettiva presenza di un maggioranza PD – Movimento 5 stelle.

Intanto, la Lega di Matteo Salvini sembra voler tirar dritto verso una nuova colazione con Forza Italia di Silvio Berlusconi e Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni; per il M5S la priorità resta il taglio dei parlamentari, la principale tra le misure volute dal Movimento che rischia di non vedere la luce a causa della crisi di governo.

Parallelamente, anche nel PD tiene banco la crisi, tra la posizione di Renzi che vorrebbe un governo di transizione con i grillini, e quella di Zingaretti, che valuta l’ipotesi di un governo di scopo. La scissione resta una possibilità concreta per il Partito Democratico.