Di Maio a Palazzo Chigi

luigi di maio reddito di cittadinanza isee
Luigi Di Maio (Getty Images)

Improvviso cambio d’agenda per Luigi Di Maio che, dopo aver annullato tutti gli appuntamenti in calendario oggi, si è recato a Palazzo Chigi accompagnato dai vertici dei 5S

Sembra ormai giunto al capolinea il governo del cambiamento giallo-verde. Dopo la bocciatura al Senato della mozione contro la prosecuzione dei lavori per la linea dell’Alta Velocità Lione-Torino anche grazie ai voti dei leghisti, sembra insanabile la frattura tra le due anime, M5S e Lega, dell’esecutivo. Una conferma in tal senso è data dal fatto che il vicepremier Luigi Di Maio, capo politico dei pentastellati, dopo aver annullato tutti i propri appuntamenti fissati in agenda per “impegni istituzionali“, si è recato a Palazzo Chigi scortato da tutto lo Stato Maggiore grillino. Rimandata, quindi, anche la riunione con gli attivisti in programma stasera a Bologna come già quella con i gruppi parlamentari M5S, convocata dopo il voto al Senato sulla Tav e rinviata ieri sine die.

LEGGI ANCHE –> CASO DICIOTTI, DI MAIO: “IO E TONINELLI PRESENTEREMO UNA MEMORIA”

Di Maio a Palazzo Chigi. Salvini: “Qualcosa si è rotto”

Mentre, in un post sul proprio profilo facebook, il vicepremier grillino rivendica orgoglioso, ed mostrandosi incurante di qualsiasi conseguenza, il no alla Tav, considerandola un’inutile ed anacronistica opera voluta unicamente da Bruxelles e Macron, il suo omologo leghista, Matteo Salvini, sembra prendere atto che ormai non sia più ricucibile lo strappo per tenere insieme la maggioranza di governo: “Non sono fatto per le mezze misure o le cose si fanno per intero e in fretta o scaldare la poltrona non fa per me”. Così il leader del Carroccio da Sabaudia durante il suo comizio a un evento della Lega. Insomma, spirano forti venti di crisi di governo, con le opposizioni, con in testa il segretario del Pd Nicola Zingaretti, che chiedono di staccare la spina all’esecutivo e di ridare la parola agli italiani: “”Chi ha visto ieri i telegiornali ha visto la verità: questo Paese non ha più una maggioranza, l’esperimento iniziato 13 mesi fa è fallito. Finché lo dicevamo noi eravamo antipatici, ora lo dice anche Salvini: welcome, benvenuto. Se non c’è maggioranza parlamentare bisogna andare al voto“. Così ha tuonato, ospite ad Agorà Estate su Rai 3, il segretario Dem.

LEGGI ANCHE –> “L’ATTIMO FUGGENTE”: TRAMA, CAST E CURIOSITA’ DEL FILM CON ROBIN WILLIAMS