La band composta da giovani ragazzi lo scorso 20 luglio aveva rapinato un centro scommesse a Quarto in provincia di Napoli. Si erano rifugiati nel Casertano

Napoli, arrestati ladri centro scommesse
Napoli, arrestati ladri centro scommesse

Ritrovati i tre giovani protagonisti della rapina al centro scommesse di Quarto lo scorso 20 luglio. Decisive le immagini delle telecamere di videosorveglianza, le impronte sulla porta d’ingresso del negozio, gli abiti, ma soprattutto i tatuaggi sul corpo. Dopo “il colpo” la band di rapinatori, ha pensato bene di sparire, ma i militari di Pozzuoli e di Quarto li hanno prontamente intercettati. Si erano rifugiati a Castel Volturno (provincia di Caserta) in un immobile di proprietà della madre di uno degli indagati. A far scalpore è anche l’età visto che sono tutti piuttosto giovani (18, 22 e 29 anni).

Leggi anche -> Benevento, immigrato arrestato dopo una rapina ad un automobilista

La rapina a Quarto in provincia di Napoli

Nel video registrato delle telecamere si evince la violenza con cui i malviventi sparano nei confronti dell’uomo che era a terra e gravemente ferito, con il chiaro obiettivo di sottrargli il portafogli. Ritrovata anche la refurtiva, ovvero 950 euro in contanti. Erano su una mensola della cucina.

Il titolare del centro scommesse ha riportato alcune lesioni dovute al pestaggio. La buona notizia è che non è più in pericolo di vita.

Leggi anche -> Droga: maxi operazione della polizia, 15 arresti nella provincia di Enna

Facebook Comments