Bari, “furbetti del cartellino” in ospedale: 13 arrestati tra cui 8 medici

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:57

TORINO PARCO DEL VALENTINO

Operazione di contrasto all’assenteismo dei carabinieri del Comando Provinciale di Bari: 13 arrestati, tra cui 8 medici, all’ospedale civile “San Giacomo” di Monopoli

Da pochi giorni è in vigore la legge “Concretezza“, voluta dal Ministro per la Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno, che, tra l’altro, ha introdotto nell’ordinamento norme più stringenti nel contrasto all’assenteismo istituzionalizzando i sistemi di verifica biometrica dell’identità e di videosorveglianza per gli accessi nella Pubblica Amministrazione. Ebbene, già si contano le prime “vittime”: i carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno eseguito 13 arresti ai danni di persone indagate in concorso per i reati di truffa aggravata ai danni dello Stato, commessa in violazione dei doveri inerenti ad un pubblico servizio, false attestazioni e certificazioni della propria presenza in servizio compiute da dipendente della pubblica amministrazione, falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico e peculato.

LEGGI ANCHE –> “IMPROVVISERAI”, ESORDIO STASERA SU RAI 2 DELLO SHOW CON ALE E FRANZ

Bari, “furbetti del cartellino” all’ospedale: 13 arrestati, coinvolti 2 primari

La retata contro i “furbetti del cartellino”, coordinata dalla Procura della Repubblica di Bari, ha avuto luogo presso l’ospedale civile San Giacomo” di Monopoli: 46 gli indagati, 13 i soggetti finiti in manette tra cui 8 medici, coinvolti anche 2 primari. L’operazione segue quella della Procura di Trani che ha documentato circa trecento episodi di assenteismo verificatisi all’ospedale di Molfetta, sempre in provincia di Bari. In entrambi i casi, secondo quanto accertato dagli inquirenti, gli indagati uscivano per svolgere attività private dopo aver timbrato il cartellino oppure non si recavano al lavoro risultando, però, in servizio dal momento che facevano timbrare il cartellino da colleghi conniventi.

LEGGI ANCHE –> BELEN LECCA UN GELATO E SCATENA I FAN SU INSTAGRAM