Sea Watch Guardia di Finanza

I finanzieri del Comando Provinciale di Cremona hanno disarticolato una consorteria finalizzata alle truffe online: 4 arresti e sequestro di beni per 1.5 milioni

Sempre più consumatori utilizzano internet per i loro acquisti. Secondo una recente ricerca della Coldiretti, più del 50% dei vacanzieri italiani ha acquistato il proprio pacchetto vacanze attraverso siti web specializzati o mediante quelli delle strutture ricettive. L’e-commerce è destinato, quindi, nel giro di qualche a diventare il principale canale d’acquisto al dettaglio per i consumatori. Purtroppo, come ci insegna quotidianamente la cronaca, nella rete si annidano insidie di ogni tipo, non solo, dunque, haters, fake news e predatori sessuali che tentano di adescare minori.  I finanzieri del Comando provinciale di Cremona, infatti,  hanno arrestato quattro persone per associazione per delinquere finalizzata alle truffe online, frode fiscale e riciclaggio.

LEGGI ANCHE –> SPREAD, VALORE DI OGGI | AGGIORNAMENTO IN TEMPO REALE | DIRETTA 16 LUGLIO

Truffe online in diverse città: 4 arresti. Sequestro di beni per 1.5 milioni

Le indagini, che hanno visto impegnati oltre 150 finanzieri nelle province di Torino, Brescia, Milano, Piacenza, Genova, Mantova, Parma e Verona, condotte dal Nucleo di polizia economico-finanziaria di Cremona sotto la direzione della locale Procura della Repubblica, hanno consentito di scardinare un sodalizio criminale che attraverso siti di vendite online è riuscito a truffare migliaia di inconsapevoli clienti. Eseguito anche un decreto di sequestro preventivo di beni per un valore complessivo di 1,5 milioni di euro.

LEGGI ANCHE –> “JOHNNY STECCHINO”: TRAMA, CAST E CURIOSITA’ DEL FILM CON ROBERTO BENIGNI

Facebook Comments