Copa América: Il Brasile batte l’Argentina 2-0 e vola in finale

Nella partita giocata nella notte tra martedì 2 e mercoledì 3 luglio, il Brasile ha battuto l’Argentina per 2-0 nella seminifiale di Copa América: verdeoro in finale

Copa América: Il Brasile batte l'Argentina 2-0 e vola in finale
Copa América (Facebook, @CopaAmerica)

Il Brasile mette la freccia e sorpassa l’Argentina nella semifinale del torneo giocata nella notte tra martedì 2 e mercoledì 3 luglio, vincendo e abbattendo l’avversario: la Copa América ha la sua prima finalista; questa notte l’altra sfida tra Cile e Perù, dopodiché, domenica prossima, sarà finale.

All’Estádio Governador Magalhães Pinto è andata dunque in scena la semifinale tra i Verdeoro e l’Albiceleste, decisa da due reti, quella di Gabriel Jesus al 19‘ e di Roberto Firminio al 71‘. Per l’Argentina di Messi una buona prestazione ma non sufficiente per assicurarsi la vittoria; la una traversa e un palo colpito proprio dalla Pulce arrestano i sogni degli argentini.

Tanta manovra per l’Argentina ma poca concretezza in attacco, rispetto al gioco più decisivo, soprattutto in fase realizzativa, degli avversari.

LEGGI ANCHE –> Anticipazioni stasera in tv, i programmi di mercoledì 3 luglio

Copa América, il Brasile batte l’Argentina e vola in finale: cresce l’attesa per l’altra semifinale tra Cile e Perù

Un 2-0 netto con azioni a ritmo di “samba” e il sogno finale guadagnato: quella tra Brasile e Argentina è una semifinale di Copa América in cui l’Albiceleste ha tanto da recriminare.

Al termine del match, la Pulce Leo Messi ha commentato l’operato del direttore di gara, il signor Roddy Zambrano, deluso per due rigori che sarebbero stati negati alla nazionale argentina: “Non sono andati neanche a rivedere le azioni al VAR, è incredibile”, ha affermato affranto il fantasista del Barcellona.

La Pulce, estremamente delusa, ha spiegato che l’arbitro avrebbe favorito gli avversari nel corso di tutta la partita, attraverso piccole decisioni che hanno inciso sullo stato d’animo dell’Albiceleste. Messi si augura un intervento della Conmebol, anche se, ha spiegato, è qualcosa che ritene difficile possa accadere poiché “Il Brasile gestisce tutto”.

Intanto cresce l’attesa per l‘altra semifinale da cui uscirà la seconda finalista della competizione: solo una tra Cile e Perù potrà affrontare il Brasile e lottare per vincere il trofeo. Chi avrà la meglio?