New York, elicottero schiattando su grattacielo a Manhattan: chi era il pilota
Ambulanza (GettyImages)

Ieri l’incidente a New York che ha coinvolto un elicottero schiantatosi su un grattacielo di Manhattan: si indaga sulla dinamica, identificata la vittima

Si continua ad indagare per ricostruire la corretta dinamica dei fatti circa l‘incidente avvenuto ieri a New York, in cui un elicottero pilotato da Tim McCormack si è schiantato contro un grattacielo di Manhattan.

Dopo lo schianto sull’edificio alto 50 piani, il velivolo ha preso fuoco; non c’è stato nulla da fare per quella che sembra essere l’unica vittima dell’incidente. Si tratta di Tim McCormack, un pilota con lunga esperienza che da anni volava nei cieli statunitensi e che in passato è stato anche, in merito all’attività lavorative, capo dei vigili del fuoco per il distretto di East Clinton.

Il pilota collaborava da circa 5 anni con il fondatore dell’immobiliare American Continental Properties Group, Daniele Bodin.

LEGGI ANCHE –> TARANTO, ESPLODE PORTELLONE: MORTO UN VIGILE DEL FUOCO

New York, elicottero schiattando su grattacielo a Manhattan: proseguono le indagini

Mentre è stata identifica la vittima del tragico incidente avvenuto ieri a New York, con un elicottero che è andato a schiantarsi contro un grattacielo di Manhattan, le indagini proseguono nel tentativo di gettar luce e fare chiarezza su quanto accaduto.

Il velivolo in questione, un Augusta A 109E, pare fosse di proprietà privata e veniva impiegato per lo più per viaggi di affari. Stando alle prime informazioni, il pilota aveva fatto rotta verso Linden, nel New Jersey, da New York City.

Le condizioni climatiche precarie e le copiose piogge scese sieri sulla città potrebbero aver avuto un ruolo fondamentale nella tragica dinamica dei fatti. Il sindaco De Blasio ha rassicurato i cittadini spiegando dell’incidente e allontanando l’ipotesi a cui tanti abitanti di NY avevano pensato, il terrorismo.

Facebook Comments