fratello pino daniele striscione salvini
Lo striscione affisso da Salvatore Daniele, fratello di Pino, contro il vicepremier leghista Matteo Salvini (Getty Images)

“Questa Lega è una vergogna”, recita lo striscione affisso a Napoli da Salvatore Daniele, fratello di Pino, contro il vicepremier Matteo Salvini.

“Questa Lega è una vergogna”. Anche Salvatore, fratello di Pino Daniele, ha partecipato alla contestazione degli striscioni contro il ministro degli Interni Matteo Salvini. Il vicepremier era atteso oggi, giovedì 16 maggio, a Napoli per prendere parte al Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Dal balconcino della sua casa, in San Giovanni Maggiore Pignatelli, nel centro storico di Napoli, Salvatore Daniele ha esposto uno striscione con la scritta: “Questa Lega è una vergogna, lo diceva anche mio fratello Pino”. Il fratello di Pino Daniele ha poi commentato lo striscione. “Un ministro che indossa divise, imbraccia mitra e è contro gli extracomunitari non è degno di questo nome“, aggiunge Salvatore Daniele. “Deve andare via, qua non lo vogliamo. E a quelli che pensano che la Lega non è più quella di una volta, quella criticata da mio fratello io dico che è peggio”, aggiunge Salvatore. “Mio fratello non c’è più ma lo dico io: questa Lega è una vergogna”, conclude Salvatore Daniele.

LEGGI ANCHE —> VOLI DI STATO, M5S: “SALVINI SPIEGHI”. IL MINISTRO DELL’INTERNO: “NESSUN ABUSO”

Napoli: decine di striscioni contro Salvini

Lo striscione contro Salvini affisso dal fratello di Pino Daniele non è il solo apparso oggi a Napoli. Dal rione Sanità allo storico quartiere Materdei, dai Decumani alle Vele di Scampia, sono decine gli striscioni di protesta contro il vicepremier leghista. Si tratta di una iniziativa spontanea che si alimenta attraverso i social (su Facebook è stato creato un gruppo ad hoc, con una ventina di iscritti) e che oggi è stata rilanciata da Potere al Popolo e dagli attivisti di “Je so pazzo”. “Prendi una bomboletta, un telo grande e visibile, scrivi ‘Salvini Napoli non ti vuole‘, esponi lo striscione da una finestra o un balcone di casa”, chiedono gli attivisti ai cittadini. Intanto, oggi alle 18 si terrà una manifestazione in largo Berlinguer “per dire con chiarezza che Napoli non accoglierà mai il ministro dell’odio e del razzismo“. Negli ultimi giorni, si sono moltiplicati i casi di scritte contro il leader della Lega. E siamo certi che lo striscione di Salvatore Daniele non sarà l’ultimo prima delle elezioni europee del 26 maggio.

LEGGI ANCHE —> MODENA: IN ATTESA DI MATTEO SALVINI, LANCIO DI SASSI E SCONTRI

Facebook Comments