Galapagos, spunta la tartaruga gigante: era ritenuta estinta

Nell’arcipelago delle Galapagos, nell’Oceano Pacifico, spunta una tartaruga gigante, che gli esperti ritenevano estinta. L’ultima era stata avvistata nel 1906

 

Alle Galapagos, arcipelago dell’Oceano Pacifico, è stato avvistato un esemplare di Chelonoidis phantasticus, la tartaruga gigante che si credeva fosse estinta. Grande festa tra gli scienziati che, non avendone più vista una dal 1906, erano pronti a decretarne l’estinzione. L’animale è stato trovato durante una spedizione di Galapagos National Park e Galapagos Conservancy sull’isola di Fernandina, una delle tredici isole vulcaniche dell’arcipelago. Si tratta di una femmina, che potrebbe avere circa 100 anni: gli esperti hanno ipotizzato questa età perché la tartaruga ha una forte propensione a nascondersi. Nel frattempo, attraverso i canali social, giunge anche la conferma del ministro dell’ambiente dell’Ecuador.

Alle Galapagos, oltre alla testuggine appena ritrovata, vivono altre 11 specie di tartarughe giganti: cinque a Isabela, una a San Cristobal, due a Santa Cruz, una a Espanola, una a Pinzon e una a Santiago.

Tartaruga gigante alle Galapagos: il destino della specie

C’è grande sorpresa alle Galapagos, nell’Oceano Pacifico, per il ritrovamento di un’esemplare di Chelonoidis phantasticus, una tartaruga gigante creduta estinta dal 1906. Ora sarà compito del centro di conservazione dell’Isola Santa Cruz decretarne l’età certa, effettuando delle analisi cliniche e genetiche sulla tartaruga. Nel frattempo continuerà anche la perlustrazione nell’area dell’avvistamento, dove diversi indizi fanno pensare alla presenza di altri esemplari. Ancora speranza, dunque: la tartaruga gigante appena rinvenuta potrebbe essere soltanto la prima. L’estinzione, quindi, potrebbe essere solo un falso allarme. Questa volta le ragioni della scomparsa di questa specie non sono rintracciabili nel comportamento umano. A minacciarle, infatti, sono le dure condizioni imposte dal loro habitat, come le frequenti colate di lava.

LEGGI ANCHE —> Karl Lagerfeld, parte della sua eredità andrà alla gatta Choupette