Scena di guerriglia urbana a Torino a seguito dello sgombero dell’Asilo occupato (Ansa)

Domato dai vigili del fuoco il rogo divampato al carcere “Lorusso-Cutugno” di Torino ed innescato da un petardo lanciato da un gruppo di anarchici 

Allarme rientrato per il principio d’incendio di ieri sera al carcere “Lorusso – Cutugno”di Torino, ubicato nel quartiere “Le Vallette” . I vigili del fuoco riferiscono di aver domato in breve tempo il rogo, innescato da un petardo lanciato dagli anarchici verso la casa circondariale  dove sono attualmente detenuti 11 dei loro compagni dell’Asilo occupato. Le fiamme, che hanno avvolto anche l’isola ecologica dove erano stoccati diversi materiali,hanno provocato il crollo di un capannone della casa circondariale. Nessuna persona è rimasta coinvolta. Il cedimento dell’edificio, dove i detenuti seguivano un corso di panificazione, sarebbe stato causato dall’esplosione di bombole del gas utilizzate per l’attività lavorativa.

Torino, fiamme al carcere “Lorusso-Cutugno”. Quartiere “Le Vallette” blindato

Dalle 16 di ieri il quartiere Le Vallette era stato blindato dalle forze dell’ordine per il timore di scontri tra anarchici e militanti di Casa Pound, organizzatori di un corteo in corso Cincinnato in memoria delle vittime delle Foibe. Gli antagonisti avevano quindi risposto alla provocazione facendo partire una contromanifestazione di protesta  ed esponendo lo striscione “Lucento e Vallette quartieri antifascisti e antirazzisti”. Dopo la sfilata per le vie de Le Vallette hanno raggiunto il carcere dove  il petardo scagliato  è caduto nell’isola ecologica tra il padiglione ‘C’ e il padiglione ‘B’ provocando la combustione di rifiuti che ha determinato il crollo del capannone.

LEGGI ANCHE -> TORINO, SGOMBERATO UN CENTRO SOCIALE. FERMATI TRE ANARCHICI

LEGGI ANCHE -> TORINO, IL QUESTORE: ” L’ASILO ERA BASE DI UNA CELLULA SOVVERSIVA

 

 

Facebook Comments