Vieni da Me, Mughini rivela a Caterina Balivo: “Ero povero”

Vieni da me mughini balivo
Mughini ha rivissuto alcuni momenti d’infanzia dinanzi alle telecamere di “Vieni da me”

Ospite di Caterina Balivo in “Vieni da Me”, Giampiero Mughini rivive alcuni momenti d’infanzia: “Ero povero ed avevo un solo paio di scarpe”.

Giampiero Mughini è ospite di Caterina Balivo a Vieni da Me. Il giornalista sportivo ha parlato della sua infanzia trascorsa a metà tra la Toscana e la Sicilia. “Casa mi è un tempio pieno di cose che io amo, delle cose che mi sono nutrito. Sapete, da bambino giocavo a calcio, ma non avevo le scarpe classiche per lo sport. Avevo un unico paio di scarpe che usavo sempre perché di più i miei genitori non si potevano permettere. Usavo le scarpe da passeggio per giocare a calcio e per tutte le altre occasioni della vita. Ricordo i partigiani che vennero a fissare una mitragliatrice dalla finestra delle mia casa. Poi l’angolazione non andava bene e andarono via. Eravamo a Firenze, poi nel 1944 un camion americano ci ha portato a Catania, a casa”.

Giampiero Mughini: chi è

Giampiero Mughini è uno degli opinionisti e scrittori più conosciuti e discussi d’Italia. E’ nato a Catania il 16 aprile 1941 da padre toscano e madre siciliana. Conseguita la laurea in Letteratura francese, inizia una fortunata carriera nel mondo del giornalismo: fonda “Il Manifesto” e, negli anni ’60, dirige la rivista “Giovane critica”. Successivamente, lavora per “Paese Sera” e più avanti per il giornale “L’Europeo”. Nel corso degli anni è divenuto noto anche per le sue colorite “comparsate” in molti programmi televisivi, primo fra tutti il Maurizio Costanzo Show.

LEGGI ANCHE —> DOMENICA IN, GIAMPIERO GALEAZZI RASSICURA: “NON HO IL PARKINSON”