Colesterolo alto e problemi alla prostata: combattili con questo alimento

Soffri di colesterolo alto o hai problemi alla prostata? Puoi tenerli a bada con un alimento. Si tratta di un cibo che puoi consumare in qualsiasi momento e come preferisci di più: ecco che cosa è stato detto.

Seguire un regime alimentare è importante per il proprio benessere personale. Ed una dieta mirata potrebbe essere importante per debellare, prevenire e ridurre alcune malattie. È il caso di un alimento che a volte viene snobbato, ma che è utile per contrastare il colesterolo alto e intervenire in caso di problemi alla prostata. Andiamo a conoscere nel dettaglio di che cosa si tratta.

semi di zucca contro colesterolo e prostata
fonte foto: AdobeStock

Esistono molteplici alimenti utili per ostacolare l’avanzare di alcune patologie mediche. Per quanto riguarda il colesterolo alto e i problemi alla prostata ad andare incontro a questi pazienti c’è un alimento che è perfetto in diverse situazioni. Si tratta di un cibo che contiene molteplici elementi che proteggono la nostra salute da diabete, malattie cardiache e cancro.

Parliamo dei semi di zucca, un perfetto alleato per la nostra salute e funziona esattamente come i semi di girasole e altri semi. Sono una ottima fonte di proteine, grassi insaturi, vitamine, minerali e composti bioattivi, che insieme forniscono vari benefici per la salute. Tra l’altro sono ottimi in qualsiasi modo, sia mangiati come snack che all’interno di pietanze.

Semi di zucca combattono colesterolo e problemi di prostata: i benefici

Purtroppo nell’arco degli anni è possibile che si venga a conoscenza di avere qualche patologia. Una delle più comuni è il colesterolo alto che può essere provocato da un cattivo stile di vita. Ma non sono da sottovalutare anche i problemi di prostata, anche questi sono generalizzati. Entrambi possono essere contrastati dai semi di zucca, che hanno notevoli proprietà terapeutiche.

Non tutti sono a conoscenza che i semi di zucca fanno molto bene al fisico. Per prima cosa sono ricchi di betasteroli. Si tratta di sostanze che aiutano a tenere a bada i livelli di colesterolo nel sangue, ma non solo. Hanno mostrato benefici anche per quanto riguarda la salute della prostata e del sistema urinario.

I semi sono ricchi di magnesio e acidi grassi comunemente noti come omega 3. Oltre ad avere fibre, che giovano alla salute cardiovascolare. Il profilo proteico è simile a quello dei legumi, il che indica che abbinandolo ad alimenti a base di cereali, come mais, avena, riso, grano, è possibile ottenere una proteina di ottima qualità.

Come consumarli?

Il modo migliore per sfruttare tutti i nutrienti citati è consumare i semi di zucca crudi. Tuttavia, contengono sostanze chiamate antinutrienti che a volte impediscono l’assorbimento di alcuni composti. Per generare un equilibrio senza perdere così tanti nutrienti, i semi vengono tostati ed è così che generalmente vengono commercializzati, quindi non hanno più la buccia.

Puoi anche consumare il seme con il guscio, tuttavia può essere pesante per alcune persone perché contiene più elementi fibrosi. Si consiglia di evitare l’aggiunta di sale ai semi, in quanto aumenta la quantità di sodio e non consente di godere del sapore naturale dei semi. Infine, si consiglia di consumare porzioni moderate perché, pur contenendo molti nutrienti salutari, hanno anche un’elevata densità energetica. In poche parole hanno un alto contenuto calorico.

Tutte le informazioni che sono scritte all’interno dell’articolo hanno una finalità divulgativa e sono riprese da testate specializzate. Pertanto, in caso di problemi legati al benessere fisico, è consigliato rivolgersi dal proprio medico curante.