Assicurazione sul cane, è obbligatoria? Perché richiederla

È obbligatorio stipulare un’assicurazione sul cane o il proprietario può decidere liberamente di non farla? Scopriamo le informazioni sull’argomento.

Forse non tutti sanno che chi possiede un animale domestico ha la possibilità di poter stipulare una polizza e cioè ad esempio una assicurazione sul cane. Questo può essere un’ottima soluzione soprattutto se si pensa che gestirne uno non è affatto semplice, anche perché è un impegno costante e si può sempre incorrere a delle problematiche e causare involontariamente dei danni a persone o cose.

Assicurazione sul cane
Pexel

Come è risaputo ovviamente il responsabile sul proprio amico a quattro zampe è ovviamente il proprietario, che deve rispondere dunque degli eventuali vari problemi creati dall’animale. Stipulare dunque una assicurazione potrebbe essere il modo migliore per saper gestire meglio determinati rischi. Ma scopriamone di più su quest’ultimo argomento.

Assicurazione sul cane, utilità e informazioni

Quando si decide di prendersi cura di un animale bisogna assumersi tutte le responsabilità su di esso. Bisogna occuparsi a 360 gradi della sua vita, dargli da mangiare, prestargli le cure necessarie, portarlo fuori per fare i bisogni ecc. Ma le responsabilità non si limitano soltanto a queste cose pratiche e quotidiane, poiché esse entrano in gioco anche quando si viene in contatto con persone o oggetti.

Nel caso infatti il nostro amico a quattro zampe dovesse creare danni a cose o persone, la responsabilità per l’accaduto ricadrebbe sempre sul padrone. La sicurezza del prossimo è sempre da tenere in considerazione e per evitare problemi si possono adottare misure preventive come l’uso della museruola.

Alcune volte però si tende a sottovalutare una situazione che può essere rischiosa e aggressioni possono improvvisamente realizzarsi senza un motivo valido. Ecco perché ad esempio stipulare un’assicurazione sul cane potrebbe essere una scelta davvero intelligente da fare specialmente perché in caso di danni a terzi questa offre diverse garanzie.

A quanto pare infatti i danni causati involontariamente dal proprio cane a persone o oggetti sono coperti da questa dalle polizze. Sono compresi inoltre anche le lesioni che il cane può conferire ai figli di un’età inferiore ai 14 anni o a chi detiene eventualmente in custodia il proprio animale temporaneamente. La copertura della garanzia si estende anche a eventuali danni che l’animale può per realizzare durante ad esempio concorsi, mostre.

Tali polizze però non riguardano soltanto gli incidenti che potrebbero succedere, ma rientrano nella copertura anche le spese veterinarie in caso di infortunio o malattia. Vengono coperti infatti ad esempio l’onorario del veterinario, ma anche i vari apparecchi tipo protesi che potrebbero essere necessari per il proprio animale.

Inoltre sempre per quanto riguarda questo tipo di spese, rientrano anche i costi di ogni giorno di ricovero nelle strutture scelte per offrire tutte le cure necessarie. Anche gli esami, gli accertamenti diagnostici e varie prestazioni ed eventuali spese funerarie in caso di morte dovuta a un intervento chirurgico, sono coperte da tali polizze.

Una specifica importante da fare è che non è possibile assicurare il proprio animale se quest’ultimo è sprovvisto di libretto sanitario, vaccinazioni e altri richiami fatti, e anche microchip. Oltretutto questi documenti sono utili e indispensabili anche per viaggiare in compagnia dei nostri amici a quattro zampe. Su treni, aerei, navi non sono infatti accetti animali che non hanno tutti i documenti e vaccinazioni in regola. Inoltre non possono essere assicurati nemmeno gli animali che vengono utilizzati in ambito professionale.

Per rispondere alla curiosità circa l’obbligatorietà per il padrone di sottoscrivere ad una assicurazione, come si può evincere da ciò che è stato precedentemente detto il proprietario dell’animale non è tenuto a farla per legge. Si tratta infatti di una scelta personale che può essere presa in considerazione o meno.

Per quanto riguarda invece le informazioni sui prezzi, purtroppo il costo per attivare la polizza può variare molto e quindi non esistono dati certi. Bisogna infatti informarsi nella zona in cui si abita e trovare quella che offre maggiori garanzie, facendosi fare anche un preventivo per poi decidere con calma quella che si addice meglio alle proprie esigenze. In generale però una polizza dovrebbe aggirarsi intorno agli 80 euro l’anno.