Paura durante un volo aereo, panico generale: passeggero tenta di aprire il portellone

Un volo aereo ha visto momenti di assoluto panico e terrore. I passeggeri e il team di bordo è stato testimone di un gesto a dir poco inaspettato. Ecco cosa è successo.

Un volo aereo può diventare presto un’esperienza da ricordare. Sia positivamente che negativamente parlando. Questa volta, quanto accaduto su un volo americano, che stava portando i passeggeri dall’Ohio al Texas, è accaduto un momento che ha gettato panico nei presenti.

Volo aereo
Fonte foto: Canva

Da quanto raccontato, la vicenda è avvenuta rapidamente e in modo frenetico. Si sono iniziati a sentire i primi rumori e le persone sono state catturate presto da una persona che si stava dirigendo al portellone per aprirlo. La situazione è diventata presto caldissima con il team di bordo composto da steward e hostess che stavano dissuadendo la passeggera a non aprire il portellone del veicolo.

Non è la prima volta che si verifica un episodio del genere ad alta quota. Qualche settimana fa, un volo è stato costretto ad atterrare per l’emergenza innescata da una ‘rissa’. Anche in quel caso, la tensione è salita presto alle stelle. Ritornando al volo americano, la vicenda ha subito dei risvolti davvero clamorosi.

Tenta di aprire il portellone durante il volo aereo: spinto dalla “volontà di Gesù”

Il volo 192 della Southwest Airlines viaggiava in direzione Columbus da Houston. Il volo, però, ha dovuto chiedere di atterrare in modo urgente, cosa che poi ha fatto al Bill and Hillary Clinton National Airport di Little Rock. Il motivo è che la passeggera di 34 anni voleva aprire il portellone di emergenza per compiere la volontà di Gesù. Nella concitazione ha dato anche un morso sulla gamba ad un’altra passeggerà che è intervenuta nella concitata situazione.

Il morso sulla coscia verso un altro passeggero ha reso critica ancora di più quanto stesse accadendo. Infatti, la passeggera non accennava a staccarsi e anche in quel momento sono dovuto intervenire. La vittima dell’aggressione è stata poi curata in ospedale dopo esser atterrati a Houston.

La donna si è avvicinata lentamente alla porta, ha prima chiesto di poter guardare dal finestrino e poi ha iniziato a tirare la maniglia. In quel momento sono intervenuti gli assistenti di volo. Inoltre, la donna ha iniziato a sbattere la testa sul pavimento sottolineando che avrebbe dovuto fare la volontà di Gesù. Molti, come riportato da The Blade, hanno raccontato di aver temuto che l’aereo sarebbe precipitato. La passeggera è stata arrestata e mercoledì scorso si è tenuta la prima udienza. Il suo avvocato, però, pensa di poter procedere tramite l’infermità mentale. Un volo decisamente movimentato e che potrebbe portare ad aumentare la sicurezza sugli aerei.