Password, occhio a quella che scegli: tutti utilizzano queste

Imparare a scegliere password sicure è diventato una priorità nella sicurezza informatica. Per questo bisogna stare molto attenti ed evitare di scegliere quelle più comuni: ecco come fare una chiave sicura e quali non usare.

In questi tempi, la maggior parte delle persone ha un account in un gran numero di servizi digitali. Parliamo di e-mail, social network, piattaforme bancarie, servizi di streaming, piattaforme e-commerce e quant’altro. Proprio per questo motivo la chiave diventa la principale barriera di sicurezza per ciascuno di questi account. Ed è fondamentale scegliere quella giusta per proteggere i propri dati sensibili.

PASSWORD
fonte foto: Canva

In quest’ordine di idee, i codici di accesso rappresentano un asset di grande interesse per i cybercriminali che sono interessati ad appropriarsi degli account di servizi popolari come Netflix, Instagram, TikTok o Facebook. Di fronte a questa situazione di ‘minaccia’ costante e quotidiana, imparare a scegliere password sicure è diventata una questione prioritaria nella sicurezza informatica. Non tutti optano per dei codici di accesso sicuri.

Questo perché molti sono gli utenti che hanno un atteggiamento spensierato e superficiale con la gestione delle proprie chiavi di sicurezza. Ne sono un esempio gli utenti che utilizzano lo stesso codice per tutte le piattaforme in cui hanno un abbonamento. Una pratica che mette in pericolo tutti gli account che la persona possiede. C’è anche il caso di coloro che usano chiavi altamente prevedibili.

Password più usate in Italia: attenzione a non sceglierle

Nell’era digitale, tutti noi abbiamo tre o quattro account che richiedono una chiave d’accesso per poter usufruire del proprio profilo. Scegliere una password può essere il compito più semplice del mondo, ma molte persone lo fanno in modo sbagliato. Ci sono tanti errori che si mettono in pratica, come ad esempio scegliere la data del proprio compleanno. Una chiave prevedibile e che mette in pericolo la tua privacy.

NordPass, una società di sicurezza informatica, ha presentato un elenco delle password meno sicure e più utilizzate in Italia e nel mondo. Nel nostro paese, la chiave più frequente è ‘123456’ mentre al secondo posto troviamo ‘123456789’. C’è anche chi utilizza il proprio nome personale. Si tratta di una banalità che purtroppo è comune più di quanto si possa immaginare.

Ma non finisce qui. Come chi invece decide di utilizzare ‘password’ come chiave di accesso. C’è anche chi utilizza ‘abc123’ o ‘000000’, così come chi sceglie il nome della propria squadra di calcio del cuore. In questo caso le più gettonate sono ‘napoli’ e juventus’. E poi ci sono coloro che usano semplicemente ‘ciaociao’.

Come creare password complesse?

Gli esperti di sicurezza informatica suggeriscono di creare password con un minimo di 12 caratteri e che includano numeri, lettere maiuscole e caratteri speciali. Costruendo chiavi con questi parametri, avrai una password difficile da prevedere e quindi altamente sicura. Va sottolineato che oggi esistono servizi online che aiutano gli utenti a produrre password complesse.

Allo stesso modo, è consigliabile utilizzare un servizio di portachiavi digitale come risorsa per archiviare e gestire in modo sicuro diverse password. Grazie a questa opzione, l’utente deve solo ricordare una chiave principale per poter accedere a un sistema che memorizza tutte le password che possiede per ciascuno degli account sulle piattaforme digitali di cui dispone.