Università, in arrivo 10.000 euro per questi studenti: come funziona

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Sono in arrivo 10.000 euro per alcuni studenti che sono iscritti all’Università. Un incentivo rivolto solo a chi decide di fare alcune cose: ecco come funziona e come fare la domanda per ottenerli.

È innegabile come l’aumento del costo della vita e l’inflazione record abbia messo in seria difficoltà milioni di famiglie in tutto il territorio italiano. Parliamo soprattutto di quel nucleo familiare con monoreddito composto da genitori e figli a carico. Si può immaginare come la vita sia complicata, soprattutto anche in riferimento alla formazione universitaria, dove le spese sono davvero importanti e non tutti riescono a sostenerle.

UNIVERSITÀ 10.000 euro
fonte foto: Canva

Mantenere un figlio o una figlia all’Università è sempre stato un sacrificio per le famiglie. Ma è innegabile che in quest’ultimo anno le cose siano radicalmente cambiate, dove anche chi aveva maggiori possibilità adesso è in affanno. Purtroppo la crisi economica ha toccato tutte le persone e le spese universitarie sono tra i tagli che alcune famiglie decidono di fare per investire il proprio stipendio in altri pagamenti.

Purtroppo la retta universitaria è davvero elevata, senza contare chi ha un figlio fuori sede. Per quello le famiglie stanno pensando seriamente di eliminare questi costi per favorire il pagamento delle spese ordinarie come muto della casa, affitto e le bollette di luce e gas. Per fortuna arrivano belle notizie per alcune famiglie da parte dell’INPS che ha lanciato un bando per l’assegnazione di contributi fino a 10.000 euro.

Università, contributi bando INPS: ecco a chi è rivolto

La bella notizia è di pochi giorni fa e garantisce alle famiglie degli studenti universitari dei contributi che vanno ad aiutare i figli e orfani che sono iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Ma non solo loro. Il bando INPS è rivolto anche ai figli dei pensionati che appartengono invece alla Gestione Dipendenti Pubblici e anche a quelli che sono iscritti alla gestione Magistrale.

Si tratta di un bando che appartiene all’anno accademico corrente, ovvero 2022/23. Ed è rivolto a chiunque decida di iscriversi ad un Master di I e II livello, ma anche a chi vuole fare dei corsi di perfezionamento universitari che sono tenuti all’interno degli Atenei. L’Inps ha messo a disposizione 800 contributi per un valore massimo di 10.000 euro ciascuno.

Per ottenere uno di questi contributi bisogna avere alcuni requisiti importanti. Questi sono: il diploma di laurea triennale per fare il master di I livello oppure il diploma di laurea specialistica magistrale o laurea del vecchio ordinamento per iscriversi al master di II livello. Hanno accesso anche coloro che hanno un diploma di laurea triennale o magistrale per i corsi. Le altre caratteristiche sono: essere inoccupato o disoccupato e avere meno di 40 anni. Ma anche non aver ricevuto borse di studio per quanto riguarda i Master o i corsi universitari di perfezionamento.

Come fare domanda

Le famiglie e gli studenti che sono usciti dall’Università o sono ancora iscritti e sono interessati a fare la domanda questa deve essere presentata solo in via telematica. Altrimenti non si può procedere. La domanda può essere inviata dal 16 novembre 2022 fino alle ore 12:00 del 16 dicembre 2022.

La domanda in questione è una manifestazione di volontà da parte degli interessati ad avere il contributo, per questo motivo è semplice ed intuitiva. I requisiti di merito saranno verificati in automatico dal MUR. Mentre l’iscrizione alla Gestione Unitaria prestazioni creditizie e sociali sarà verificata dall’INPS. Per tutti gli aggiornamenti è bene rivolgersi al sito dell’Istituto.