Congedo parentale, cambia tutto: le nuove regole, come fare domanda

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Nuove regole sono attive per quanto riguarda la domanda per ottenere il concedo parentale. È disponibile un nuovo servizio che è stato messo a disposizione dall’Inps: ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

L’astensione dal lavoro è un diritto che spetta sia alla madre che al padre del bambino ed è di un periodo di 10 mesi. Si tratta di un tempo che va ripartito tra i due genitori che sono lavoratori e sono da fruire nei primi 12 anni del piccolo. A riconoscere il diritto è stato l’art. 32 del Decreto Legislativo 26 marzo 2001, n. La novità è che adesso c’è un nuovo servizio con nuove regole.

congedo parentale nuove regole
fonte foto: AdobeStock

Non tutti sanno che da poche settimane sono in vigore le nuove regole in merito al congedo parentale. Queste sono state introdotte con l’obiettivo di favorire e garantire una maggiore conciliazione tra la vita familiare e quella lavorativa. Ciò per entrambi i genitori, sia la madre che per il padre. La finalità è anche rivolta al raggiungimento di una parità di genere.

Abbiamo già visto le nuove regole che sono in vigore dal 13 agosto 2022. Che hanno lanciato un servizio online per inoltrare la domanda. La novità è che l’8 novembre, l’Inps ha fornito nuove istruzioni con il messaggio numero 4025. L’istituto ha dato nuove scadenze da rispettare per quanto riguarda la domanda. Hanno specificato pure quanto la richiesta può essere retroattiva.

Congedo parentale, nuove istruzioni Inps per la domanda

È stato di nuovo aggiornato il servizio online per fare la domanda per il congedo parentale. Nel messaggio Inps sono state introdotte delle novità normative in merito a maternità e paternità, così come il congedo. Tali nuove regole prevedono l’astensione dal lavoro fino a quando il bambino ha compiuto 12 anni. Mentre i periodo di indennizzo possono arrivare a 9 mesi.

È possibile fruire di questo diritto inoltrando la richiesta al proprio datore di lavoro o al proprio committente. Una volta fatto, bisogna regolarizzare la propria posizione mandando la domanda online all’Inps anche successivamente alla fruizione. Questo vuol dire che stiamo parlando di una domanda che è retroattiva. Tuttavia, viene specificato che l’astensione dal lavoro per congedo parentale deve essere relativo al periodo compreso tra il 13 agosto 2022 e l’8 novembre.

L’Inps ha ricordato anche le scadenze che sono da rispettare per quanto riguarda la domanda. Hanno specificato che le domande presentate prima della novità del servizio online, ovvero prima del 13 agosto, sono comunque considerate valide. È previsto anche un nuovo messaggio in cui verrà data la comunicazione sul rilascio delle nuove procedure informatiche per fare le domande.

Tali procedure riguardano il congedo parentale per i lavoratori autonomi, indennità anticipata di maternità delle lavoratrici autonome ed infine il congedo di paternità obbligatorio a pagamento diretto. Sul sito Inps è possibile consultare e scaricare un allegato.