Carte prepagate, quali sono le migliori? Ecco le più convenienti

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Carte prepagate, qual è la migliore? Ecco le più convenienti tra le quali scegliere e quali sono i vantaggi e gli svantaggi di attivare una carta prepagata.

Possono essere ricaricabili, con Iban o addirittura per i minori: le carte prepagate sono, ormai, di ogni tipo. È importante conoscerne tutte le caratteristiche per scegliere quelle più adatte alle nostre esigenze.

carte prepagate
Fonte Foto Canva

Ogni banca o istituto di credito mette a disposizione delle carte prepagate che possono essere utilizzate per fare acquisti. Alcune di queste hanno anche altre funzionalità e permettono di fare bonifici o poter ricevere uno stipendio, pur non aprendo un vero e proprio conto corrente.

Quali sono i vantaggi di attivare una carta prepagata? I costi per l’attivazione, in genere, sono molto bassi, così come anche i costi di gestione che spesso sono nulli, se non molto bassi. Ottenerle e richiederle, poi, è molto più semplice rispetto, ad esempio, alle carte di credito. Di certo ci sono anche degli svantaggi che, però, variano a seconda del tipo di carta attivata.

Carte prepagate, quali sono le più convenienti?

I vantaggi delle carte prepagate sono molteplici: innanzitutto sono facili da ottenere, visto che possono essere richieste anche da chi non ha un reddito stabile. Oltre a questo i costi di gestione sono molto bassi, a volte addirittura inesistenti.

Ci sono, altresì, anche diversi svantaggi nell’attivare una carta prepagata. Innanzitutto hanno un plafond molto limitato, così come ci sono maggiori limiti anche sui prelievi e gli accrediti. Anche le commissioni per alcune operazioni possono essere più alte, rispetto ad altre carte. Andiamo a scoprire le diverse tipologie di prepagate.

Carte prepagate con Iban

Innanzitutto esistono le carte prepagate con Iban, ovvero collegate ad un codice di 27 caratteri. Queste permettono di effettuare operazioni bancarie come: inviare e ricevere bonifici, trasferire denaro, pagare bollettini. In questo caso è possibile farsi accreditare anche lo stipendio, sulla carta, e anche domiciliare il pagamento delle bollette.

Queste, però, non hanno le spese di gestione che ha un conto corrente bancario. Sono facili da ottenere e da attivare ma, ovviamente, presentano svantaggi come un plafond basso come la soglia di giacenza. Ecco quali sono le più convenienti:

  • Paypal
  • Bitsa
  • Selfy
  • Bunq Traverl Card
  • Hype
  • Illimity
  • N26 standard
  • Sella Start
  • Revolut
  • Vivid

Carte prepagate ricaricabili

In questo caso è possibile spendere con la carta solo i soldi ricaricati in precedenza. Spesso possono essere utili per pagare alcuni servizi online, come le piattaforme streaming, in modo da ricaricarle solo quando necessario. Possono avere l’Iban o meno e spesso è possibile richiederle online. Ecco le più convenienti:

  • Postpay e Postpay Evolution (con Iban)
  • Flowe
  • Carta Hype Start
  • Carta Yap
  • Paypal
  • Carta Chiara (Nexi)
  • Illimity

Carte usa e getta e per minori

Oltre a quelle sopra descritte, è possibile anche richiedere delle carte che si possono usare un numero limitato di volte. Ad esempio fanno parte di questa categoria le carte regalo come quelle per Amazon, Netflix, Google Play e molte altre.

Anche alcune banche emettono carte prepagate usa e getta che sono molto sicure in termini di privacy, poiché totalmente anonime.

Ci sono anche carte destinate ai minorenni che, ormai, sono molto gettonate e consentono ai ragazzi di fare acquisti senza contanti. Sono particolarmente indicate nel caso di viaggi all’estero, ad esempio, visto che possono essere ricaricate facilmente dai genitori alle casse automatiche abilitate.

Le migliori sono la Carta Flash di Intesa Sanpaolo, la Revolut Junior e la UnicreditCard Click.