Acquisti online: come poter evitare truffe e fregature

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Vuoi fare acquisti online mai hai paura di incappare in truffe e fregature? Ecco quello che devi sapere per proteggerti e viverti le tue spese serenamente.

Sempre più spesso si sceglie di fare i propri acquisti online, metodo molto più veloce e che porta con sé tanti vantaggi. In primis quello di poter trovare qualsiasi tipo di oggetto proveniente da ogni parte del mondo e poterlo avere direttamente a casa propria con la possibilità di scovare prezzi anche super vantaggiosi per averli. Il mondo dello shopping online però può essere anche pieno di insidie, specialmente per chi è poco abituato a fruire di tali mezzi.

Acquisti online
Pexel

Uno dei rischi più alti è quello di incappare in fregature o vere e proprie truffe che purtroppo non sono rare quando si acquista un prodotto in internet. Ma come si può evitare di incorrere in questo tipo di problemi e come si capisce se ci si può affidare ad un negozio online? Ecco tutto quello che bisogna sapere sull’argomento.

Acquisti online, come capire se un sito è affidabile

Negli ultimi anni specialmente il settore dell’e-commerce sta facendo grandissimi passi avanti e sempre più persone decidono di fare i propri acquisti online. Come abbiamo già anticipato una delle cose che maggiormente attira la gente è sicuramente la possibilità di avere tutti i prodotti che hanno sempre desiderato a portata di un click. Non solo una questione di velocità e semplicità nel trovare prodotti, ma anche la possibilità di averli a prezzi davvero competitivi. Pensiamo ad esempio a quante persone attendono sconti o il periodo del Black Friday in cui si può davvero trovare l’occasione migliore.

Sicuramente dunque l’online offre sempre maggiori vantaggi e diventa sempre di più scelto per fare i propri acquisti. Quello che purtroppo però può capitare comprando su siti internet e che invece accade meno in un negozio fisico è l’incorrere in truffe. Non è raro infatti che le persone acquistino prodotti su alcune piattaforme ricevendo poi vere e proprie fregature. È capitato spesso ad esempio di sentire di persone che comprano un oggetto e ne ricevono un altro.

Ma a questo punto come è possibile capire quando un sito è davvero affidabile per poter fare i propri acquisti? Ecco alcuni punti da considerare.

  • Il metodo sicuramente più semplice è quello di fare acquisti in piattaforme che vantano già di una grande pubblicità.
  • Un’altra cosa che si può fare è anche cercare delle recensioni che riguardano il sito su cui vogliamo fare i nostri acquisti e capire se ci sono dei reclami da parte di altri clienti che sono stati ad esempio già frodati.
  • Stare attenti ai prezzi troppo bassi che da una parte possono sembrare delle occasioni davvero vantaggiose, ma che possono nascondere in realtà delle grandi grosse fregature. In effetti ad esempio se un prodotto è venduto in un punto vendita ad un prezzo davvero troppo basso rispetto a quello di listino, potrebbe trattarsi di un falso.

E-commerce, non sottovalutare questi aspetti

Per evitare di incappare in grosse fregature quando si fanno degli acquisti online si possono anche seguire alcuni semplici consigli.

  • In primis verificare i domini e il protocollo https. Quest’ultimo infatti con l’aggiunta della “s” finale indica che il sito è protetto da una connessione sicura. Anche verificare il dominio è davvero importante, perché spesso alcuni siti vengono generati con dei domini che assomigliano a quelli ufficiali, in modo tale da poter frodare molto più facilmente l’utente.
  • Dotarsi di un antivirus è assolutamente una scelta da tenere in considerazione poiché questi programmi, soprattutto di ultima generazione, aiutano anche a proteggersi quando si scelgono siti dove si effettuano degli acquisti on-line.
  • Un’altra cosa da non sottovalutare assolutamente è il fatto che nei siti dove si acquista ci devono essere inserite all’interno ben visibili le informazioni che aiutano a individuare subito qual è l’identità del professionista da cui si compra, con tanto di numero di partita Iva, numero di telefono e altre informazioni dell’azienda. Chi non mette tali info disponibili e visibili sicuramente può avere qualcosa da nascondere.
  • Anche le condizioni di vendita sono davvero molto importanti e devono essere attentamente lette prima di fare un acquisto. Bisogna capire infatti quali sono le politiche adottate dall’e-commerce a cui che si fa affidamento, informarsi su quali sono le procedure di recesso, le modalità e i tempi di consegna (che non dovrebbe però superare 30 giorni dall’acquisto), come funziona la garanzia e assistenza post vendita e capire anche le procedure su risoluzioni di eventuali controversie.

Il prodotto acquistato non arriva, che cosa fare?

Quando acquistiamo un prodotto online è bene sapere che secondo quello che dice il Codice del consumo, la merce deve essere consegnata entro 30 giorni dalla data di acquisto. Se questo non avviene in quel caso il consumatore può benissimo optare per la risoluzione del contratto e anche per chiedere indietro i soldi spesi al sito a cui ci si è affidati. Se il venditore si rifiuta o non risponde a questa richiesta allora l’unica cosa da fare è quella di bloccare il proprio pagamento.

Se si è effettuato ad esempio un pagamento a carta di credito o prepagata bisogna chiamarsi il servizio clienti, poiché in molti casi queste sono comunque abbinate ad un’assicurazione che offre la possibilità di bloccare un pagamento se una merce non arriva.

Se si scelto di utilizzare come metodo di pagamento PayPal, questa piattaforma dà la possibilità di una protezione acquisti gratuita e quindi di avere un rimborso totale di quello che si è pagato. Se la consegna non è avvenuta dell’oggetto che abbiamo comprato si deve ovviamente avviare una contestazione entro 180 giorni dalla data in cui si è fatto l’acquisto.

Gli acquisti con bonifico si può revocare rivolgendosi alla propria banca però fino a quando non è stato eseguito il pagamento e cioè fino a quando quindi i soldi non sono stati effettivamente inviati al beneficiario. Una volta avvenuto il pagamento dunque poi la restituzione del denaro deve essere fatta proprio direttamente al beneficiario.

È sconsigliato invece acquistare un prodotto da chi chiede come metodo di pagamento la ricarica di una Postepay. È davvero difficile infatti dimostrare che la ricarica avvenuta sia stata fatta per un acquisto online e quindi è più facile così frodare.