Conosci il valore della vecchia 10 lire? Potresti rimanere esterrefatto

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Tra le vecchie monete che rievocano emozionali momenti nostalgici, appartenenti agli indelebili ricordi della vecchia lira, ce ne sono alcune, come la 10 lire con la spiga, che potrebbero valere una fortuna.

Puoi avere la fortuna di trovarle in vecchi cassetti, oppure nascoste in abiti dei tuoi nonni o dei tuoi genitori, celate in armadi che non aprivi da tempo. Da oltre 20 anni le vecchie lire hanno detto addio al palcoscenico della nostra quotidianità, ma per una serie di innumerevoli ragioni le portiamo ancora nel cuore.

dieci lire valore
Fonte Foto Canva \ Adobe Stock

Oltre all’indiscutibile valore emozionale, le vecchie lire potrebbero anche rappresentare un investimento importante sia per neofiti che per collezionisti di monete antiche. E’ chiaro che, nel primo caso, sarebbe necessario acquisire quelle indispensabili conoscenze di numismatica che possono aprirti porte importanti, per così dire segrete, quelle che gli esperti tengono rigorosamente chiuse a doppia mandata.

Gli esperti non sono certo disposti a rivelare al primo che capita i segreti delle monete antiche: anche loro potrebbero essere ancora alla ricerca “del colpo della vita”, e in alcuni casi, molti di loro, non lo farebbero nemmeno per una questione di denaro, ma sospinti da passione e dal prestigio di possedere modelli unici.

Le regole per riconoscere il valore di una vecchia moneta rientrano, innanzitutto, in tre canoni principali. In primo luogo il possibile rapporto con la storia, in particolare se si tratta di una moneta regia o monarchica. In secondo luogo l’indispensabile fior di conio, ovvero il perfetto stato di conservazione. Infine la casualità, ovvero un errore di realizzazione, che solo gli esperti sanno riconoscere, che rende quella moneta unica nel suo genere e oltre tutto presente in un numero limitatissimo.

Quanto vale la 10 lire con la spiga? Ecco tutti i suoi segreti

Parliamo adesso della 10 lire con la spiga, entrando nel cuore dell’argomento. Vi potremmo raccontare che ha caratterizzato gran parte del nostro dopoguerra, diffusa largamente dal 1951 in poi. Ma al di là di questo preferiamo entrare nei dettagli e spiegarvi che ce ne sono diverse e il loro valore comincia a essere davvero significativo. Cominciamo da quelle del 1954 che, se in condizioni di fior di conio, possono superare anche i 100 euro. Un bel salto in avanti dal suo vecchio valore iniziale, non c’è che dire. Certo, non siamo di fronte a quelle che ti cambiano la vita, ma è pur sempre un bel colpo!

Alcuni esemplari del 1991, nella parte opposta a quella della spiga, dove dovrebbe sorgere la tradizionale vela marinara, presentano un evidente errore di conio: infatti il timone è rovesciato. In questo caso la nostra 10 lire può arrivare anche a 150 euro. Quasi tutte le 10 Lire con spiga degli anni ’50, comunque, possono valere fino a 30 euro se in ottime condizioni.