Non riconsegna l’ambulanza e va in discoteca: scatta la denuncia

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Un operatore sanitario ha deciso di utilizzare l’ambulanza per scopi personali. La vicenda ha chiamato in causa i dirigenti ed è scattata la denuncia. Ecco cosa è successo.

Quanto realizzato da un operatore sanitario ha davvero stupito tutti. L’episodio che lo ha visto alla guida della sua ambulanza ha portato a pesanti conseguenze. La vicenda ha fatto il giro d’Italia, spiazzando tutti i lettori.

Ambulanza
Fonte foto: Adobe Stock

Quando si è alla guida di un’ambulanza bisogna rispettare varie regole. Norme da rispettare sia durante l’orario di lavoro sia poco prima di finire il turno. In questo caso, proprio alla fine del turno l’operatore sanitario non ha riconsegnato il veicolo sanitario alla struttura di riferimento. Con quello prima è andato a casa e poi, con un amico, in discoteca.

La vicenda è accaduta a Civitanova, Macerata, ed ha visto il mezzo di soccorso non rientrare all’orario prestabilito. Cosa che ha fatto scattare l’allarme nella struttura. Il tutto è stato scoperto dalla polizia locale e successivamente il dipendente è stato denunciato ed ha subito conseguenze negative per la condotta avuta. Ma vediamo i dettagli della vicenda.

Operatore sanitario denunciato per non aver consegnato l’ambulanza: scatta la denuncia

La vicenda dell’ambulanza ha destato sicuramente tanta sorpresa. Nei guai è finito un operatore sanitario di 30 anni di Ancona. L’uomo lavorava alla struttura di Civitanova e, secondo la ricostruzione, l’operatore non è rientrato alla base dopo aver trasportato un paziente all’ospedale Murri di Fermo.

Il mancato rientro ha fatto scattare l’allerta verso la polizia, dopo qualche ora. Gli agenti hanno poi individuato il mezzo di soccorso nel parcheggio di una discoteca. Dopo aver rilevato il veicolo, la polizia hanno richiamato l’autista. L’operatore, ignaro di quanto accaduto, ha raccontato prima di essere passato a casa per cambiarsi. E solo dopo è uscito con un amico per andare in discoteca.

Dopo la confessione dell’operatore sanitario, lo stesso è stato portato in commissariato mentre l’ambulanza è stata sequestrata dalla pattuglia della Polstrada. Il dipendente della struttura sanitaria è stato denunciato per appropriazione indebita. Oltre la denuncia ha ricevuto una multa per l’assenza della patente mentre guidava. In un secondo momento, gli agenti hanno riconsegnato il veicolo all’ospedale.

Il “dettaglio” ha fatto la differenza in questa situazione. Al momento, l’operatore ha subito conseguenze negative per quanto accaduto. Non è la prima volta che si verifica una vicenda del genere. Un caso che spiazza letteralmente tutti. Qualche tempo fa, un uomo credeva di aver sparato ad un cinghiale. La verità gli ha ghiacciato il sangue, la scoperta è stata inaspettata.