Quando scade il bonus Tv? La data finale è sempre più vicina

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il bonus rottamazione Tv ha dato la possibilità di cambiare dispositivo a molte persone. Il tempo per richiederlo, però, sta per scadere. Ecco la data ultima.

Le agevolazioni introdotte dal passato governo sono state molteplici. Alcune hanno riscosse più successo mentre altre molto meno. Tra queste, una delle più importanti riguarda la possibilità di cambiare televisore con una importante riduzione. L’incentivo ha scosso il mercato di riferimento ma il tempo per fare richiesta sta per scadere.

Bonus Tv
Fonte foto: Adobe Stock

Il bonus rottamazione Tv ha messo in atto la possibilità di aggiornare i dispositivi in maniera non troppo onerosa. Tale agevolazione garantiva di acquistare un televisore con lo standard di codifica HEVC MAIN 10. I beneficiari erano le persone che avevano acquistato un apparecchio entro il 22 dicembre 2018. Altro aspetto importante è che per accedere al bonus non si richiedeva nessun modello ISEE. Bastava essere residenti in Italia, pagamento regolare del canone RAI e dispositivo da rottamare acquistato prima del 22 dicembre 2018.

Con gli attuali cambiamenti, molti bonus stanno per scadere. Dopo, con molta probabilità, non ci sarà la possibilità di richiederlo. In alcune zone il bonus tv è anche più alto rispetto allo standard. Insomma, pare proprio un’occasione da non perdere. Vediamo insieme le tempistiche e entro quanto tempo si deve agire.

Bonus Tv, il tempo sta per scadere: come richiederlo ed entro quando

Questo incentivo si può collegare con un altro bonus. Stiamo parlando del bonus Tv Decoder. L’accesso all’agevolazione deve passare tramite il rispetto dei requisiti. Una volta che si è accertati di possederli passiamo a scaricare l’autocertificazione che dà il via allo smaltimento del dispositivo. Se si è interessati dovremmo sbrigarci dato che alla scadenza mancano due mesi. Il 31 dicembre 2022 scadrà il bonus anche se bisogna stare attenti ai fondi. Se dovessero esaurirsi prima ci sarà lo stop anticipato.

La rottamazione può verificarsi presso i rivenditori che acconsentano all’iniziativa. Il tutto avviene consegnando l’apparecchio da rottamare al negozio di riferimento. Sarà compito del rivenditore smaltire adeguatamente il dispositivo. Cosa che gli permetterà di usufruire di un credito fiscale uguale allo sconto che è stato applicato.

Un’altra strada è quella della consegna all’isola ecologica autorizzata. Nel caso si scegliesse tale scenario, sarà compito dell’addetto del centro raccolta RAEE della convalida del modulo. La convalida permette di certificare che il dispositivo sia stato consegnato. Solo dopo tale certificazione si potrà andare in negozio e procedere all’acquisto con sconto di un nuovo apparecchio. Si ricorda di presentare il modulo firmato all’attenzione del rivenditore.

Dunque, tale incentivo è davvero molto interessante visto come le frequenze stanno cambiando. Non bisogna perdere troppo tempo se si vuole fare richiesta. Manca sempre meno, quindi, per agire in tal senso.