Lutto nello sport, morto il calciatore all’improvviso: aveva 32 anni

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

È morto all’improvviso lo sportivo, lasciando tutti senza parole. Una notizia che ha sconvolto tutto lo spazio dello sport, soprattutto per quanto riguarda il calcio: ecco chi era e che cosa è successo.

Una vera tragedia ha colpito di punto in bianco il panorama sportivo mondiale. La notizia della scomparsa prematura del giocatore è rimbalzata da una parte all’altra del pianeta, lasciato tutti increduli. Si tratta di un attaccante che aveva appeso gli scarpini al chiodo da poco tempo. Andiamo a vedere nel dettaglio che cosa è successo allo sportivo.

lutto calcio
fonte foto: AdobeStock

Ci sono eventi che lasciando senza parole. Uno di questi è proprio la notizia della morte prematura di Masato Kudo. Si tratta di un ex attaccante giapponese che aveva 32 anni e che ha avuto diverse esperienze internazionali e in MLS. Ad annunciare il terribile accaduto è stata la squadra di calcio giapponese Tegevajaro Miyazaki, il suo club di terza divisione della J-League.

È stato a lungo un punto di riferimento per milioni di ragazzini che volevano avvicinarsi al mondo del calcio. Non solo ha partecipato nel campionato principale giapponese, ma è stato anche uno degli attaccanti della nazionale del suo paese. Una notizia che ha scosso tutti i tifosi che hanno deciso di scrivere una dedica e lasciare un pensiero in ricordo all’ex calciatore.

Morto Masato Kudo, ecco che cosa è successo

Masato Kudo
fonte foto: Ansa

Pochissimi giorni dopo la notizia che ci ha rivelato che il giovane portiere italiano ha perso la vita dietro un malore è arrivata quella dell’ex attaccante giapponese che gela ulteriormente. L’ex calciatore della nazionale giapponese, che aveva anche lavorato con i Vancouver Whitecaps in Canada e il Brisbane Roar in Australia, è morto venerdì 21 ottobre. È questo quanto ha detto la sua squadra di terza divisione.

Secondo quanto riferito nei quotidiani locali e dal portale CNN, a Kudo era stato diagnosticato un idrocefalo. Si tratta di un accumulo di liquido nei ventricoli in profondità nel cervello. Il giovane attaccante si sarebbe sentito male nella giornata del 2 ottobre, pertanto è stato ricoverato urgentemente in ospedale il giorno dopo. Fino alla scomparsa avvenuta quasi venti giorni dopo.

Kudo ha alle spalle una lunga carriera, ricca di soddisfazioni. Mentre giocava per Kashiwa Reysol all’inizio della sua avventura, l’ex attaccante è diventato il capocannoniere del club nella massima divisione del calcio giapponese. Tanto che ha vinto i tre titoli principali del club giapponese.

Ha anche giocato quattro partite per la nazionale giapponese nel 2013, segnando due gol. Ha poi deciso di lasciare il calcio del suo paese per una esperienza all’estero. Per questo si è unito al Vancouver Whitecaps FC per la stagione MLS 2016.