Bonus 550 euro, subito sul conto per i lavoratori: ma solo per una categoria

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Alcuni lavoratori possono avere l’opportunità di ricevere un bonus da 550 euro, ma chi può fare domanda? È una indennità rivolta ad una categoria specifica: ecco come funziona e che cosa bisogna sapere.

In questi ultimi mesi abbiamo visto un boom di incentivi e sostegni rivolti a famiglie, lavoratori ed imprese. Un aiuto economico concreto per affrontare spese che sono esorbitanti per la maggior parte delle persone. Alcuni possono ricevere l’incentivo da 550 euro direttamente sul conto. Una novità che fa gola a molti lavoratori, ma che è rivolta ad una determinata categoria.

bonus 550 euro
fonte foto: AdobeStock

Non è decisamente un periodo facile per la maggior parte delle persone che si sono trovati ad affrontare spese in costante aumento. Dietro il conflitto in Ucraina che ha aggravato le economie di molto paesi. Questo sia che si tratta di bollette di luce e gas, sia del carburante e anche della spesa alimentare. Per questo quando si parla di bonus a sostegno di determinate categorie in molti sperano di rientrarci e fare domanda.

Ma finalmente arriva una buona iniziativa dell’Inps che è rivolta ad alcuni lavoratori. Grazie ad un Decreto Legge, è previsto un bonus da 550 euro. Un incentivo riconosciuto per legge che rappresenta una indennità stanziata una tantum per l’anno 2022. Tuttavia, come gli altri bonus, anche questo non è rivolto a tutti, ma solo ad una categoria specifica. Si parla di un bonus destinato ai lavoratori part time.

Bonus 550 euro part time: ecco come funziona

Il Decreto Aiuti Bis ha previsto una serie di bonus. Tra questi anche l’indennità per quei lavoratori che nel 2021 hanno lavorato part time. In pratica dei dipendenti che hanno firmato un contratto di lavoro a tempo parziale ciclico verticale. Un rapporto professionale che è caratterizzato da periodo non lavorati di almeno un mese continuativi non inferiori a sette settimane e non superiori a venti settimane.

I lavoratori devono essere dipendenti di aziende private e non devono prestare servizio professionale diverso da quello part time. Nello stesso modo non deve risultare percettore della Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’impiego. Il bonus è erogato solo una volta e gli interessati devono presentare domanda telematica entro il 30 novembre sul sito ufficiale dell’INPS.

È importante avere SPID, CIE o CNS per accedere alla sezione INPS e fare domanda per il bonus nel portale. In alternativa, chi non ha dimestichezza con il computer, i lavoratori interessati possono chiamare il Contact Center al numero 803 164 oppure al numero 06 164164. In questo modo è possibile far partire la domanda e ricevere il bonus.

Per fare la domanda, il lavoratore non deve avere un assegno pensionistico. Questo perché il bonus è incompatibile con chi riceve una pensione, nonché con tutte le forme previdenziali che sono compatibili con l’Assicurazione generale obbligatoria, le pensioni dirette della Gestione Separata, dell’APE Sociale e degli Enti previdenziali. È cumulabile invece con l’assegno ordinario d’invalidità.